Abstract Zone

Uno studio per due artisti: Andrea Sampaolo & Sergio Angeli

ABSTRACT ZONE

ABSTRACT ZONE

Da un’idea di Sergio Angeli e Andrea Sampaolo

A cura di Silvia Colasanto

 

ABSTRACT ZONE

Uno studio per due artisti, un luogo – l’Abstract Zone del titolo - dove poter accedere liberamente durante la Rome Art Week per vedere con le mani e toccare con gli occhi i lavori di Sergio Angeli e Andrea Sampaolo. Entrambi, con linguaggi e tecniche diverse, adottano la forma astratta per veicolare ricerche e sperimentazioni, sfruttando la bidimensionalità dei supporti con attitudine e sviluppo sempre diversi e autonomi. Sabato 14 ottobre l’Abstract Zone sarà il palcoscenico per le performances distinte e separate di Angeli e Sampaolo, momenti avvolti da tappeti sonori improvvisati ed estemporanei come le azioni gestuali dei due pittori.

Alle 17.30 e per circa mezzora si svolgerà la prima performance. Sergio Angeli con il tessuto a terra, uno sguardo a Jackson Pollock e un altro alle esigenze della materia che utilizza per i lavori, sfrutterà le potenzialità di oggetti che fanno parte ormai del suo vocabolario immaginifico post industriale e post umano. Componenti meccanici in disuso si alternano a esili matasse di capelli utilizzati come stencil tridimensionali che grazie alle vernici, lasciate sgocciolare o spruzzate sopra, depositano le inquietanti tracce del loro passaggio sulla tela. Il chitarrista elettrico Grumvalski seguirà il lavoro di Angeli con Liberty/Infinity, composizione sperimentale elaborata appositamente per l’evento.

Alle 19, e sempre per mezzora, andrà in scena la performance di Andrea Sampaolo, che include, specularmente alla prima, una scorta musicale dalle esplicite connessioni electro-jazz grazie alla collaborazione con il gruppo D’EEA (voce Barbara Eramo, dj Antonello Aprea, sinth e tastiere Alberto Rossetti). Sampaolo affronterà la sfida con i suoi consueti strumenti di lavoro (pennelli, spatole e spray) alla ricerca di una forma, di un segno e di un contenuto che con modalità del tutto imprevedibili e quasi indipendenti dall’artista troveranno la loro giusta dimensione sul vergine supporto. Il presente è il gesto, il futuro è l’opera d’arte completata, il passato – prossimo - è l’ormai storicizzata fucina americana della Street Art e dell’Action Painting.

Due visioni, quella dei due pittori, unite nel nome dell’astrattismo ma profondamente diverse. Se Sampaolo è dinamico, fisico, quasi irruento, Angeli è forse compassato, sicuramente poetico. Con le spalle al pubblico e gli occhi incollati al materiale da trasformare, i due artisti si nutrono dell’adrenalina che essi sprigionano e che l’occasione richiede, in un’imponderabilità che nessuno dei due sa prevedere, ma che è costretto a governare.

Una settimana e una serata per avvicinare le persone all’arte e squadernare le aspettative con delle sorprese che verranno vissute, perché rivelate, solo durante il pomeriggio degli happening. Un pomeriggio per comunicare il piacere della manifestazione creativa in un luogo intimo e privato quale è lo studio. Un piacere che deriva dal realizzare e al tempo stesso dall’osservare e dal comprendere.

 

ABSTRACT ZONE

Da un'idea di Andrea Sampaolo e Sergio Angeli

A cura Silvia Colasanto

14 ottobre dalle ore 17.00 alle 22.00

c/o Atelier Sampaolo

Via Gina Mazza, 9 Roma (Zona Rebibbia)


Partecipanti a Abstract Zone


Organizzato da

Abstract Zone

Visualizza la scheda