GART GardenArt


L'associazione non profit Gart-GardenArt (presieduta da Katia Paoletti e fondata con Veronica Leccese, Maria Montecalvo, Caterina Greppi) dal 2016 organizza corsi, mostre, eventi e pubblica il trimestrale "GartMagazine" per invitare, attraverso l'arte contemporanea, le pratiche e le discipline, ad una visione che possa apprendere e trarre spunto dal mondo vegetale. L'arte come intima connessione con la Natura. 

Molti gli artisti, alcuni residenti all'estero (Erica Campos, Alefes Silva) o d'ispirazione come la pittrice immersiva Claire Basler e il filosofo paesaggista Gilles Clément, con i quali si abita questo intento. Gart ha organizzato e gestito la "Festa del Risveglio" nel 2018 al Museo Orto Botanico di Roma a cui hanno partecipato settanta artisti, tra cui scrittori, filosofi, ricercatori. Ha promosso e curato la mostra personale dell'artista Manuela Scannavini presso Ecru, artista inclusa nell'Atlante dell'Arte Contemporanea De Agostini, e l'OpenHouse di Renee Fabbiocchi presso la sede romana. Tra i soci onorari, il curatore e critico Giosuè Allegrini, l'artista Ruggero Maggi, noto esponente milanese dell'Arte Caotica e della Mail Art, il pittore Giuseppe Frascaroli e Alberta Campitelli, già Sovrintendente ai Parchi e Giardini storici di Roma. Troviamo sinergie e collaborazioni con il Centro Zen Anshin - Pace del Cuore, le Officine Ceramiche con l'artista Evandro Gabrieli; il musicista  e ricercatore Robert James Hanrahan; la visione dello scrittore filosofo e cercatore di alberi Tiziano Fratus con il suo "Studio Homo Radix" che ringraziamo per l'amicizia e il sostegno. Ci avvaliamo della stretta cooperazione dell'artista Elisabetta Pagnani con le sue narrazioni teatrali e i racconti di carta, la quale è parte del Trio "La Compagnia Intermezzo per Cappello" (Maurizio Perissinotto, Valerio Marini), meraviglioso teatro di figura dove musica, poesia e arti visive si incontrano con libertà. Gart ha inoltre partecipato in questi anni al "Padiglione Tibet" e al "Padiglione Birmania" per la Biennale di Venezia con e a cura di Ruggero Maggi.

Invitata dal duo artistico dap, Luigia d'Alfonso e Ada Perla, a partecipare alla sesta edizione della Rome Art Week, Gart ringrazia e accoglie con gioia l'invito. Nasce "La stanza fiorita" (6 giorni di mostra ed eventi), con le artiste Luigia d'Alfonso ("Nonostante il lockdown"); Manuela Lopez e Maria Magdalena Wosik ("Tangle of Flowers"); Ada Perla ("Io abito la Possibilità"); Michela Tomiselli ("Oltre... le apparenze"). Smalti su plexiglass, "fotografie gestuali", installazione floreale e opera "site specific" per il giardino d'inverno dell'Istituto "Caterina Volpicelli" che ci ospita. Cinque gli eventi previsti: letture di e con Annamaria Gyoetsu Epifanìa da "Se respiri, stai danzando. L'arte di arrendersi al movimento", a cura di Katia Paoletti, Lindau Edizioni, con anteprima della video performance di danza "Trilogia del Dharma" che rievoca i tre atti del libro: caos, leggerezza, quotidianità, al violoncello in apertura Federico Albero (Accademia degli Ostinati); "Il bambino che sognava l'infinito" racconti di carta di Elisabetta Pagnani, al violoncello Viola Valletta (Accademia degli Ostinati); presentazione del libro "I Fiori della compassione" con l'editore Lorenzo Casadei, Guglielmo Doryu Cappelli e Annamaria Gyoetsu Epifanìa, maestri e monaci del Centro Zen Anshin di Roma; visita guidata all'Istituto e al giardino con l'ex alunna Carla Picaro; percorso olfattivo con Caterina Greppi per conoscere l'origine delle essenze.

Condividiamo attraverso "La stanza fiorita" il sentito desiderio di esprimere e trasmettere la necessità di un'intima relazione con la natura nel particolare momento storico che chiede di nutrire e innaffiare con maggiore cura e consapevolezza l'albero che cresce dentro di noi. Ci chiede di essere meno distratti. Sembra abbia in qualche modo rianimato, rigenerato, anche rinnovato l'innato e atavico bisogno di scambio equilibrato tra esterno e interno, per cui occorre tenere pulita e limpida la via. 

 

“...cominciammo sotto forma di minerali, emergemmo alla vita vegetale,

quindi allo stato animale, ed infine fummo umani, sempre dimentichi del nostro stato precedente,

tranne che all’inizio della primavera quando ci sfiora il leggero ricordo di essere già stati verdi…”

(Jalal al-Din Rumi)

dapLuigia d’Alfonso e Ada Perla

Luigia d’Alfonso e Ada Perla, dopo aver seguito percorsi individuali, decidono nel 2002 di condividere un laboratorio. La quotidianità del rapporto le ha stimolate a iniziare un progetto a quattro mani, una costruzione concettuale la cui origine è nel cognome Perla, coniugale per l’una e familiare per l’altra. La ricerca sul suo significato nelle diverse culture e civiltà, l’ha lentamente mutata da elemento esogeno a suggestione interiore. Si apre così un nuovo canale di comunicazione: il linguaggio visivo Sabìr, in riferimento alla lingua franca parlata anticamente nel bacino del Mediterraneo. Era una lingua libera, non scritta, continuamente reinventata; una lingua frammentaria, rimescolata, rattoppata. Concetto poi ampliato con i “Totem” e le “Ciaccerate”. Nel 2019 sono state presenti nella Rome Art Week con “Ciaccerata immaginatopeica”, progetto artistico partecipato presso l’INMI L. Spallanzani. Hanno inoltre esposto a New York nella personale “The Sabìr - Visionary bridge” con tele lacerate, dipinte e ricomposte su garze leggere. Una trama di segni, fili, stratificazioni che ricrea mediante il colore il dialogo polifonico tra le culture del bacino mediterraneo.

 

In-natural Garden (Ada Perla)
Il fiore della passione (Luigia d'Alfonso)
Tangle of Flowers (Maria Magdalena Wosik e Manuela Lopez)
Installazione (Maria Magdalena Wosik e Manuela Lopez)

RAW2021
25-30 Ott 2021
LA STANZA FIORITA
Fotografie, smalti su plexiglas, installazione floreale, opera site specific
Accesso libero
Vernissage Lunedì 25 Ott 2021 | 16:30-19:00
No RAW Live
Mostra
Istituto Caterina Volpicelli
Via XX Settembre 68b - Roma
25 Ott 2021 | 16:30-19:00
La stanza Fiorita
Vernissage
Accesso libero
No RAW Live
Progetto
Istituto Caterina Volpicelli
Via XX Settembre 68 - Roma
26 Ott 2021 | 17:00-19:00
Passeggiata attraverso il giardino e le aule dell'Istituto "Caterina Volpicelli"
Visita guidata con Carla Picaro
Evento su prenotazione
No RAW Live
Progetto
Istituto Caterina Volpicelli
Via XX Settembre 68b - Roma
27 Ott 2021 | 17:30-19:00
"Se respiri, stai danzando. L'arte di arrendersi al movimento"
Readings e Video Performance. Opening "Suite for Cello"
Accesso libero
No RAW Live
Progetto
Istituto Caterina Volpicelli
Via XX Settembre 68b - Roma
28 Ott 2021 | 17:30-19:00
HANAUJŌ. I fiori della compassione
Presentazione del libro della prestigiosa maestra e monaca zen Aoyama Shundo
Accesso libero
No RAW Live
Progetto
Istituto Caterina Volpicelli
Via XX Settembre 68b - Roma
29 Ott 2021 | 16:30-19:00
Percorso olfattivo nel giardino d'inverno
Ambra, ‘ūd, muschio, iris, zafferano, bergamotto, vetiver…
Accesso libero
No RAW Live
Progetto
Istituto Caterina Volpicelli
Via XX Settembre 68b - Roma
30 Ott 2021 | 17:00-18:00
Il bambino che sognava l'infinito
Racconti di carta di Elisabetta Pagnani con Viola Valletta al violoncello
Accesso libero
No RAW Live
Progetto
Istituto Caterina Volpicelli
Via XX Settembre 68b - Roma
7 appuntamenti