Laura Grosso


In occasione della Rome Art Week, le opere di Laura Grosso fanno parte della mostra di ARTISTI INTERNAZIONALI DELLA GALLERY UNO DI BERLINO, alla Art Exhibition Link - Artists Studio, Via di Borgo Pio 125.

 

Laura Grosso vive e lavora a Roma, si è formata alla scuola di Alberto Ziveri, nell’Accademia di Belle Arti di Roma, dove ha ricevuto con lode il diploma in Pittura nel 1978.

Ha elaborato la sua ricerca stilistica nella campagna toscana lavorando en-plein-air.

La sua attività espositiva, iniziata nel 1974 a Bari, sua città di origine, si è svolta prevalentemente a Roma, dove risiede dal 1965. Alcune delle sue opere sono visibili nella Virus Art Gallery di Roma.

Ha esposto anche a Chicago, Firenze, Venezia, Hangzhou, Beit Jala, Genova, Bolzano, Berlino, Tokio, Rodi.

All’interno del  suo Studio di Pittura nel quartiere di Nuovo Salario, accoglie apprendisti e pittori per trasmettere la conoscenza dell’arte della Pittura.

Ha fondato i gruppi “Pittori uniti per la Pittura” e “AA.VV.Picturae”, per incentivare la comunicazione tra artisti che vogliono esclusivamente dipingere.

  

"UMANI"

The Seaside-Paintings

Laura Grosso lascia Roma, soggetto principale dei suoi dipinti, per Anzio, città popolare sul litorale laziale.
Dolce brezza, spiaggia nebbiosa, sentimento estivo: l'artista cattura questo umore speciale nelle sue scene di bagnanti. Le persone, i bambini, nuotano nelle increspature del calmo Mediterraneo, facendo il bagno o giocando nella sabbia.

Le scene di bagnanti hanno attirato magicamente i pittori nel corso di tutta la storia dell'arte. Soprattutto nell' Impressionismo la nuova tecnica pittorica spingeva l'interesse verso il gioco di luci e molti artisti hanno creato paesaggi marini inondati di luce. La precisazione delle velature dell'aria di mare, a causa del vapore sopra l'acqua, è stata una sfida.

Nel suo lavoro Laura Grosso si preoccupa della luce e del suo impatto sui colori, del suo potere di strutturare lo spazio e di costruire una tridimensionalità all'interno del dipinto.


Nelle "Vedute Romane" di Laura Grosso, la luce traslucida, caratteristica delle regioni del Mediterraneo, gioca un ruolo fondamentale. Riflettendosi sulla struttura urbana, definisce con precisione la forma di famosi edifici storici nel Citta Eterna, creando contrasti tonali.

Nei dipinti "Sea-Side" di Laura Grosso l'artista sperimenta l'effetto della luce sulle forme umane. Queste reagiscono alla luce in un modo completamente diverso rispetto alle strutture statiche. Le figure diventano macchie colorate, forme astratte e lo spazio è usato secondo principio della prospettiva atmosferica. Con questa tecnica di "sfumatura" si crea un'impressione di leggerezza e vastità.

Laura Grosso usa colori non primari, le cosiddette "mezzetinte", ciascuno con la mescolanza della tonalità complementare, per ridurre e quindi affinare la loro saturazione. Dal pallido ocra al grigio e al blu, sono graduati in armoniose composizioni di vastità. Su alcuni quadri, spiaggia, mare, orizzonte e cielo appaiono come strati verticali. Qui l'artista usa la tecnica dell'impasto, strati spessi di pittura ad olio.

Il denso impasto riflette la luce in modo particolare e consente una materia speciale sul dipinto. In alcuni lavori di pittura, i colpi di spatola sono visibili e creano un effetto quasi scultoreo.

Le vedute marine di Laura Grosso come le vedute romane, rese con diverse tecniche pittoriche, creano un’impressione potentemente atmosferica di spazi naturali e urbani.

www.artexhibitionlink. com

Laura Grosso 2018, olio tela 70x100 cm.
Laura Grosso, acrilico su carta 50x70 cm.
Laura Grosso, acrilico su carta 50x70 cm.
Laura Grosso, acrilico su carta 50x70 cm.