Jasmine Pignatelli


Nata in Canada vive e lavora Tra Bari e Roma. E' impegnata in un personale percorso artistico nella scultura. Dopo il liceo Artistico e la laurea in Architettura al Politecnico di Milano, si avvicina all'arte contemporanea con un approccio storico-critico collaborando con gallerie e riviste del settore.

Principali esposizioni: Vince nel 2017/18 il Premio Memorie del trust Floridi Doria Pamphilj con la conseguente realizzazione di Clavis Universalis, l'opera presentata in un tour di mostre nelle sedi museali della famiglia. Il 2018 si apre con la mostra personale Boundless, Sharing the Land (guarda video) presso Casa Sponge nelle Marche e con la mostra collettiva Dimensione Fragile alla Biblioteca Vallicelliana di Roma. Nel giugno del 2017 inaugura la scultura pubblica permanente Locating Laterza, Segnali d'Arte realizzata nell'ambito di un progetto del Sergretariato Regionale MiBACT vinto con bando pubblico (guarda video). Il 2017 la vede protagonista della mostra personale Gradi Minuti Secondi a Laterza (Ta) e dalla doppia personale a Ferrara Echo of Hidden Places a cura di Maria Letizia Paiato (guarda video). In questo stesso anna progetta e realizza il nuovo LOGO/INSEGNA di Casa Sponge a Pergola in occasione dei 10 anni di attività della famosa dimora artistica. A cavallo tra il 2016 e 2017 realizza un multiplo per Art Bag, rivista con sorpresa. E' del 2016 l'invito alla residenza d'artista Bocs Art a Cosenza a cura di Alberto Dambruoso e la mostra personale a Roma Dimensionless a cura di Francesco Castellani presso lo spazio Menexa. Nel 2015 è invitata con 3 installazioni alla grande mostra La Scultura Ceramica Contemporanea in Italia presso la GNAM Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea di Roma. Nello stesso anno a Bari si tiene la personale Directionless a cura di Marilena Di Tursi nel doppio spazio di Misia Arte e Cellule Creative (guarda video). Sempre in Puglia nel 2015 vince la residenza artistica Made in Loco, un progetto del Segretariato Regionale MiBACT per la realizzazione di un'opera pubblica (guarda video).

Statement: I recenti lavori di Jasmine Pignatelli sviluppano riflessioni intorno ai concetti di modulo, vettore e segno plastico, traducendoli in elementi/forme che determinano e interrogano lo spazio. Sono dispositivi di verifica spaziale ed esistenziale, geometrie che attivando tensioni cinetiche e cinematiche con l'ambiente e alludono con il loro equilibrio instabile e senza quiete, al caos del mondo vitale e alla ricerca di una posizione in esso. Directionless, Dimensionless, Boundless, Timeless, sono misura e costruzione, strumenti di una geometria umanistica che indaga lo spazio per una nuova lettura del nostro Essere nell'Esistente.

 

Jasmine Pignatelli. Directionless, collage. 2017
Jasmine Pignatelli. Directionless, semirefrattario 1250°. 2015
Jasmine Pignatelli. Timeless, stampa su plexiglass. 2016
Jasmine Pignatelli. Clavis Universalis. 2018