Saverio Verini

Saverio Verini

Saverio Verini è nato a Città di Castello nel 1985. Laureato in Storia dell’Arte Contemporanea alla Sapienza, nel 2011-2012 è nello staff del MACRO di Roma. Dal 2013 al 2015 è assistente curatore presso la Fondazione Ermanno Casoli, nelle Marche. Dal febbraio 2017 si occupa del coordinamento mostre della Fondazione Memmo di Roma. Ha all’attivo collaborazioni con istituzioni culturali quali: Accademia di Francia a Roma – Villa Medici, Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci, American Academy in Rome, FOTOGRAFIA – Festival Internazionale di Roma, Fondazione Pastificio Cerere. Dal 2011 al 2016 è curatore della sezione arti visive di Kilowatt Festival, a Sansepolcro. È tra i fondatori del collettivo di curatori Sguardo Contemporaneo e dell’associazione Il Fondino, con i quali ha organizzato numerose iniziative culturali caratterizzate da una forte attitudine partecipativa. Collabora con la rivista Artribune e scrive regolarmente testi critici in occasione di mostre personali e collettive presso gallerie private e altri spazi espositivi. Tra i progetti più recenti si segnala la mostra Stop and Go. L’arte delle gif animate e Una sola moltitudine, doppia personale degli artisti Filippo Berta e Calixto Ramírez, entrambe curate per smART – polo per l’arte, a Roma, il progetto espositivo Straperetana, in collaborazione con la galleria Monitor, e la creazione della piattaforma Art Sweet Art, dedicata a residenze per artisti in contesti domestici.