COVID-19
Vi ricordiamo che ogni organizzatore di evento è responsabile in proprio della sicurezza dei partecipanti e dovrà garantire tutte le procedure di prevenzione previste dalle attuali disposizioni governative tra le quali sanificazione degli ambienti, controllo e registrazione degli accessi, numero massimo di presenze, uso dei dispositivi di protezione individuale e quant’altro utile ai fini della prevenzione dal contagio.

Una stanza tutta per sé

Venerdì 30 ottobre la seconda tappa del progetto a cura di Rossana Calbi

Opera di Federica Poletti dedicata a Sibilla Aleramo

Venerdì 30 ottobre la seconda tappa della mostra dedicata alla storia della scrittura al femminile.

 

Inserita nella programmazione di Rome Art Week, il progetto di Rossana Calbi, che omaggia il saggio di Virginia Woolf del 1929, è il luogo di incontro di dieci artiste italiane che hanno ispirato il loro lavoro al fare di dieci scrittrici cardini della letteratura mondiale.


Dopo l’esposizione presso la galleria amaneï di Salina, isola delle Eolie, la solitudine della scrittura si presenta al pubblico romano incorniciata nei libri in cui Francesca Toscano ha incastonato le opere delle dieci artiste italiane ospiti per la prima volta, grazie a Marta Di Meglio, nella galleria Up Urban Prospective Factory.

 

Una stanza tutta per sé è un luogo di incontro in cui il disegno ha reso omaggio alla scrittura, uno spazio in cui abbiamo riscoperto le pagine di autrici fondamentali nella nostra formazione: Saffo, Grazia Deledda, Emily Brontë ci hanno accompagnato fino alle poesie di Renée Vivien e ai disegni di Beatrix Potter. I misteri di Agatha Christie, le incoerenze di Sibilla Aleramo, l’elaborazione della

bellezza e della paura che ci ha regalato Mary Shelley sono la trama di una mostra collettiva che contraddice la solitudine, effige e stigma della Dickinson, per aprire lo sguardo all’armonia del pensiero e del tratto su carta. Punti, frasi, metafore, che diventano linee e colori grazie a nuove solitudini trasformate in un incontro: la mostra collettiva trasformata in un volume grazie a Edizioni del Frisco.
Una stanza tutta per sé continua a essere un incontro coinvolgendo nuove scrittrici: Barbara Baraldi, Veronica Raimo, Clarice Trombella, e, per la prima volta, la traduzione di Alessandra Bava di un testo di Beatrix Potter.

 

 

Una stanza tutta per sé sarà ospite di Up Urban Contemporary Factory fino al 30 novembre con le opere di Erica Calardo, Giulia Caliò, Amalia Caratozzolo, Annabella Cuomo, Martina D’Anastasio, Gerlanda Di Francia, Cristina Gardumi, Zoe Lacchei, Federica Poletti, Ania Tomicka.

 

Up Urban Prospective Factory | via Ciro da Urbino 51| Torpignattara Roma

orari: lunedì 16.30–21.00, martedì 16.30–19.00, mercoledì 10.00–12.00, venerdì 16.30–19.00,
sabato 10.00-13.00 | 16.00–1900

tel: + 39 338 7331842 | upcontemporarygallery@gmai.com | urbanfactoryroma.com

Strutture

Organizzatore