Massimo Napoli


 

Massimo Napoli nasce a Roma nel 1958.

Il suo percorso artistico si articola sia nel campo dello Spettacolo, sia in quello delle Arti Figurative.

Si diploma come attore (Studio Fersen). Frequenta la Scuola del Nudo con Giulio Turcato (Accademia di Belle Arti di Roma). Segue i laboratori di teatro su "Tamerlano" e "Macbeth" diretti da Carlo Quartucci e Carla Tatò in collaborazione col Centro Teatro Ateneo di Roma.

 

SPETTACOLO:

in teatro debutta come protagonista nello spettacolo culto dell'Avanguardia Romana "Proust", per la regia di Giuliano Vasilicò. Continua a lavorare come attore con Lucia Vasilicò, Piero Panza, Sergio Salvi, Aldo Braibanti, Luca Ronconi, Vittorio Pavoncello. Registra diversi sceneggiati radiofonici per Rai Radio 2. Recita ne "L'impresario teatrale" K486 di Mozart per la regia di Tonino Del Colle per il secondo canale della Rai.

Scrive e interpreta i monologhi "Ventesimo secolo", "La psicologia dell'albero" e "Salomè decollata" (il canovaccio), quest'ultimo pubblicato su iodanzo.com

Nel cinema prende parte come attore alla realizzazione dei film "Caligola" di Tinto Brass e Gore Vidal e "L'umanoide" film di fantascienza di Aldo Lado.

Presta la voce come lettore in diverse letture pubbliche nelle biblioteche comunali del Circuito Biblioteche di Roma e altre sedi istituzionali.

 

ARTI FIGURATIVE:

la sua pittura delinea, rispetto all'attività teatrale, una maggiore confidenza con la propria vita spirituale e interiore. Nel segno e nel colore si realizza la sua ricerca, che, come una battuta di un personaggio, potrebbe avere molteplici espressioni e sfumature nella sua definitiva affermazione. Tale ricerca lo induce ad elaborare un tema/soggetto, proponendo diverse versioni definitive, ma differenti tra loro, costituendo serie o successioni. Il tema rielaborato suggerisce le infinite sfaccettature dell'esistenza, sia nel suo aspetto concreto delle cose, sia nel suo inafferabile aspetto del punto di vista soggettivo. Le sue opere pittoriche si completano con testi, quali brevi monologhi o componimenti narrativi, realizzando così un insieme di arte/spettacolo in ambito espositivo. Principale tecnica impiegata nel disegno è la tempera e il carboncino su carta.

 

ESPOSIZIONI COLLETTIVE:

-1996   OMAGGIO A PASOLINI Performance sul luogo del delitto. Idroscalo di Ostia. Roma

-1997   PIOVONO ANGELI IN CITTA' Galleria Arte in città. Roma

-2010   DUE LINEE PARALLELE Galleria Monserratoarte900. Roma

-2010   NEL GIORNO DELL'IMMACOLATA CONCEZIONE A VOI DIAMO LA BELLEZZA NELLA PERVERSIONE DELLA FORMA Galleria Monserrataarte900. Roma

-2011   NASCONDI LA PIETRA CHE CAINO NON LA TROVI Museo Civico. Torre Viscontea. Lecco

-2011   L'ITALIA E' UN COLORE SOGNATO Galleria Monserratoarte900. Roma

-2011   EUROPAFRICA Galleria Spaziottagoni. Roma

-2011   FESTA D'ESTATE Galleria One Piece Art Basement. Roma

-2012   DALLA L A DALLA Insight Space Gallery. Palazzo Bentivoglio. Bologna

-2012   DALLA L A DALLA Centrale Montemartini. Roma

-2013   IL PROSSIMO POTRESTI ESSERE TU Galleria Monserratoarte900. Roma

-2014   DALL'ESILIO NAPOLEONICO ALL'ESILIO ODIERNO Sala della Gran Guardia. Portoferraio (Livorno)

-2015   SIMBIOSI Open Art tra natura e storia  Riserva Naturale di Pietraporciana. Sarteano (Siena)

-2018   TINY BIENNALE Gallery of Art. Temple University Rome. Roma

 

ESPOSIZIONI PERSONALI:

-2014   I SERPENTI Serie n.6 Studio Fotografico Alfredo Matacotta. Roma

-2014   TREElogy Alberi, volti e marziani. Art Gallery. Roma

-2015   PUBBLICA APERTURA DELL'ATELIER. Roma

-2017   DROSOPHILA MELANOGASTER Interno 14. Roma

-2019   PEZZO DI COSA ROTTA Personale per la quarta edizione di RAW Rome Art Week. Galleria Storie Contemporanee. Roma

 

Vive e lavora a Roma

massimo.np@hotmail.it

Serie n.1
Serie n.7
Serie n.6

Gli eventi di RAW2016 ancora non sono stati inseriti nel nuovo database, potete visualizzarli su RAW 2016