clairepas


Chiara Pasqualotto nasce a Padova, fin dai tempi della scuola ama l'illustrazione, l'arte, la letteratura, il cinema e gli albi illustrati. Nel 2000 si laurea in Storia e critica del cinema con una tesi sul colore nel cinema di Rohmer.
Da una decina di anni vive a Roma e si occupa di illustrazione professionalmente: dopo il suo primo albo Mine, all mine! uscito in Gran Bretagna nel 2009 per Boxer Books, pubblica con Oxford University Press, Giunti, Terranuova e alcune case editrici americane (Paraclete Press, Tyndale, LearningAZ, Kar-Ben Publisher). Il suo ultimo albo All eyes on Alexandra del 2018 ha ricevuto una buona recensione dalla rivista Kirkus.
Da anni tiene corsi e workshop di disegno e illustrazione per bambini ed adulti, in particolare a Padova in estate alla Scuola Internazionale di Comics e a Roma.

Ha un percorso artistico vario, non convenzionale, e infinito perché la ricerca e l'approfondimento per Chiara non finiscono mai!
Prima ha seguito corsi e laboratori di illustrazione alla Scuola Internazionale di Illustrazione di Sàrmede e ad Ars in Fabula di Macerata e sulla progettazione del libro con Paolo Canton (casa editrice Topipittori).
Poi ha frequentato le lezioni di figura all’Accademia di Belle Arti di Praga, e, a Roma, un corso di disegno istintuale di Riccardo Mannelli e una classe di nudo autogestita che si trova una volta alla settimana per disegnare dal vero con modelli.

Dal 2016 frequenta i corsi di incisione tenuti da Maria Pina Bentivenga ed Elisabetta Diamanti alla Scuola d'Arte e dei Mestieri del Comune di Roma: in particolare ama l'acquaforte. L'interesse per l'illustrazione e l'incisione si fondono nella realizzazione di alcuni libri d'artista, la scoperta di un nuovo mondo affascinante da approfondire.

Dal 2014 l'interesse per i colori da un punto di vista teorico si materializza nella produzione di una serie di quadri ad olio astratti, dove forme morbide si muovono e sovrappongono creando agglomerati fluttuanti di colori vivi.
In questi quadri i colori utilizzati sono in genere pochi, due o tre al massimo, ma si moltiplicano sulla tela in una varietà di tonalità intermedie, di mescolanze e intersezioni cromatiche che si snodano attraverso un bianco che è risultato di una stratificazione di velature. Anche da un quadro all'altro c'è un viavai cromatico e formale: è evidente il percorso di approfondimento e sperimentazione sul colore e la luce.
 
Ha partecipato negli anni a mostre collettive di disegno, illustrazione e pittura in diverse città italiane (Roma, Padova, Pavia, Mantova, Vicenza).
Questa è la sua prima personale di pittura.

PB, 80x100 cm, 2018
V, 60x80 cm, 2015
RGV2, 35x45 cm, 2015
AV, 60x80 cm, 2016

Gli eventi di RAW2016 ancora non sono stati inseriti nel nuovo database, potete visualizzarli su RAW 2016
[mashshare url="https://romeartweek.com/it/artisti//?id=1495" shares="false"]