Ilaria Di Giustili


ILARIA DI GIUSTILI - Fotografa professionista dal 1987 e curatrice indipendente. Nata a Roma nel 1966. Vive tra Roma e Pizzoli (AQ) dove attinge la sua energia. Con la sua macchina fotografica, mai invadente, discreta e affettuosa, ferma i momenti più belli delle giornate importanti delle persone che incontra per caso o che gli commissionano il servizio fotografico. 

Maestro d’Arte applicata, diplomata all’Ist. D’Arte di Roma in Fotografia artistica. Ha frequentato il Seminario “La scrittura con la luce” tenuto da Vittorio Storaro presso l’Accad. Inter. Arti e Scienze dlll’Immagine dell’Aquila e la Facoltà d’Architettura. Ha partecipato a mostre collettive nazionali ed internazionali, concorsi fotografici vincendo premi e ottenendo menzioni d’onore.

Le sue fotografie sono state pubblicate su varie riviste come Fotografare, AD, Casa, IL FOTOGRAFO, Calendario dell’Ordine di
Malta 2016 – 2017, e sono diventate racconti fotografici “MEMORABILIA”.

Ha curato e collaborato nell’organizzazione di mostre fotografiche, eventi e spettacoli Patrocinati dal Comune di Roma e di Pizzoli (AQ). “ALIVE” mostra fotografica di Michela Giannotti, Roma 2015. “Con gli occhi di Marco” mostra fotografica di Marco Farina, Roma 2016, il cui ricavato delle vendite è andato all’Ass. Antea. Presentazione del libro “Garofani” di Antonio Petrocelli in collaborazione con la casa Edit. Treditre, Pizzoli 2017. “Incontri Speciali” mostra personale e presentazione del libro fotografico “MEMORABILIA”, Pizzoli 2017. “AMMESSO CHE LA FELICITA’ ESISTA” spettacolo teatrale di e con Anika Schluderbacher, Pizzoli 2017. “La scelta di Leone” film documentario regista Florence Mauro, Pizzoli 2017. Presentazione del libro “IL SENNO DI NOI” di Maria Castaldo e Michele Gardoni edito da David & Matthaus, Pizzoli 2017. Alla scoperta delle Montagne d’Abruzzo Sentieri, storia e futuro” con Stefano Ardito (collaborazione con l’Ass Orione di Pizzoli), Pizzoli 2017.

 

 

 

 

La Venere, un progetto iniziato nel 2014. Un percorso per mostrare l’essenza della donna. Scolpire con la luce la femminilità, la bellezza, la forza della natura della donna. Quella luce naturale proveniente dalla finestra della mia camera da letto che la rende morbida e gentile. Il corpo della donna, un’architettura meravigliosa che dà la vita, fornisce emozioni e suggestioni, desideri. E’ la meta da raggiungere e custodire. E’ la dea dell’amore e della fertilità, è sia madre che amante. Ogni donna deve a se stessa un abbraccio, ma ancora di più deve riceverlo da chi dice di amarla, da chi vuole conquistarla.
La Venere, un progetto iniziato nel 2014. Un percorso per mostrare l’essenza della donna. Scolpire con la luce la femminilità, la bellezza, la forza della natura della donna. Quella luce naturale proveniente dalla finestra della mia camera da letto che la rende morbida e gentile. Il corpo della donna, un’architettura meravigliosa che dà la vita, fornisce emozioni e suggestioni, desideri. E’ la meta da raggiungere e custodire. E’ la dea dell’amore e della fertilità, è sia madre che amante. Ogni donna deve a se stessa un abbraccio, ma ancora di più deve riceverlo da chi dice di amarla, da chi vuole conquistarla.
La Venere, un progetto iniziato nel 2014. Un percorso per mostrare l’essenza della donna. Scolpire con la luce la femminilità, la bellezza, la forza della natura della donna. Quella luce naturale proveniente dalla finestra della mia camera da letto che la rende morbida e gentile. Il corpo della donna, un’architettura meravigliosa che dà la vita, fornisce emozioni e suggestioni, desideri. E’ la meta da raggiungere e custodire. E’ la dea dell’amore e della fertilità, è sia madre che amante. Ogni donna deve a se stessa un abbraccio, ma ancora di più deve riceverlo da chi dice di amarla, da chi vuole conquistarla.
La Venere, un progetto iniziato nel 2014. Un percorso per mostrare l’essenza della donna. Scolpire con la luce la femminilità, la bellezza, la forza della natura della donna. Quella luce naturale proveniente dalla finestra della mia camera da letto che la rende morbida e gentile. Il corpo della donna, un’architettura meravigliosa che dà la vita, fornisce emozioni e suggestioni, desideri. E’ la meta da raggiungere e custodire. E’ la dea dell’amore e della fertilità, è sia madre che amante. Ogni donna deve a se stessa un abbraccio, ma ancora di più deve riceverlo da chi dice di amarla, da chi vuole conquistarla.

Gli eventi di RAW2016 ancora non sono stati inseriti nel nuovo database, potete visualizzarli su RAW 2016