Katia Pugach


Katia Pugach è nata nel 1981 nella città di Sebastopoli, nella penisola di Crimea, quando questa era parte dell'Unione Sovietica. Qui si è formata e ha fatto le sue prime esperienze come artista. Al crollo dell'Unione Sovietica, la penisola di Crimea diventò parte dell'Ucraina e lei quindi decise di proseguire la propria ricerca artistica andando a vivere e lavorare prima a Parigi, poi a Los Angeles, poi Mosca e infine Roma, dove vive oggi. Questa origine, all’incrocio di tempi e realtà diverse, ha profondamente segnato la sua immaginazione, il suo personale modo di essere artista. La sua ricerca artistica è un porre domande, sviluppare un ambiente artistico e viverci come un artista di oggi, con il suo punto di vista individuale. Le sue opere appaiono spesso come un miracolo laico, ci impongono di credere in quello che un tempo credevamo impossibile. Sono non solo oggetti d'arte, ma sempre il risultato di esperimenti e ricerche fatte con senso di unità e profondità. Le sue installazioni sono eventi realizzati per coinvolgere, una sorta di ecosistema alternativo segnata dal desiderio di un nuovo contatto con la natura. I suoi progetti sono percorsi di esperienze indistinguibili dalla vita stessa, ogni opera è sempre il risultato di una tensione di forze colta in un raro equilibrio; pietre che non dovrebbero stare in piedi, piante che crescono a testa in giù, funghi bianchi che spuntano fuori da pneumatici di auto, acquerelli sottili ma solidi come cristalli che crescono. Il suo temperamento è sperimentale, ma anche profondamente collegato ad una radice classica, sempre alla ricerca di una prospettiva diversa, tra antichi saperi e le tecnologie attuali. Opere di Katia Pugach si trovano in collezioni private in Russia, Francia, Spagna, Stati Uniti, Italia e in collezioni pubbliche quali: Mosca Museo di Arte Moderna, Museo Multimediale di Mosca, Castello di Rivara Centro per l'Arte Contemporanea, Torino.

Mostre personali:

2013 “DEJAVU” - Castello di Rivara, Centro per l'Arte Contemporanea, (Torino) Italy
2010 "Kamnesad" - Residency of Spanish ambassador in Moscow, Russia 2002
2010 “Farewell with XX century” - Studio 50 A - Moscow, Russia

Mostre collettive:

2017 “A Cappella” in a house of Kandinsky, Moscow, Russia
2016 “The Ark” parallel project of 5 Moscow Bienniale of Yang Arts Moscow, Russia
2016 "Luna 16” Ex Convento in San Francesco Della Scarpa Puglia, Italy
2014 “Propaganda or Global Trash”- OSTRALE, Dresden, Germany
2014 “PLAY ON” - EXTRA ORDINARY DAY - Rebirth day by M. Pistoletto, MAAM, Metropoliz, Roma, Italy – curated by 100% Periferia
2013 “Equinozio d’autunno” Castello di Rivara, Centro per l'Arte Contemporanea, (Torino) Italy
2012 "Da Budet Svet" - Art laboratory na Brusovom pereulke - Moscow, Russia
2011 "Ab OvO" project” - in " Space Odyssey" - Kiev, Ukraine
2010 "Moscow Spa" -Galereya na Vspolnom - Moscow, Russia
2010 "Kamnesad" - Performance, balanced sculptures, Gallery Artraum Moscow, Russia
2010 "Lighning" - Project, installation, performance - The 1st Ural Industrial Biennale of contemporary art - Ural, Russia
2010 "Favour of Nature" - Project - Biennale “Qui Vive?” - Moscow, Russia
2009 "Ab OvO" photo project- Twente Biennale” - Enschede, Netherlands
2009 “Space Garden” - Installation - “GOGBOT-2009” - Enschede, Netherlands
2009 “Ab OvO” - photo project - “GOGBOT-2009” - Enschede, Netherlands
2009 “Foggy forest” - Winner of a “Silver Wreath” prize - Moscow, Russia 2009
2009 “From a Study to an Art Object” - Moscow Museum of Modern Art - Russia
2006 “Golden Bee” - Velvet school of E. Dobrovinsky - Central house of artist - Moscow, Russia

 


Gli eventi di RAW2016 ancora non sono stati inseriti nel nuovo database, potete visualizzarli su RAW 2016