Antonella Privitera


Antonella Privitera nata Roma da famiglia siciliana il  19/05/1960.

Antonella Privitera ha inziato la sua carriera artistica alcuni anni fa con grande soddisfazione personale: le sue opere sono presenti ad oggi in diverse collezioni private anche nelle case di personaggi noti nel mondo della moda dello spettacolo e dell'imprenditoria.
Trascorre molto tempo in Africa, insegnando "Art and Creativity" nelle scuole del Kenia. Grazie alle esperienze nella terra dove tutto è nato , le sue creazioni sono il  riflesso di un un percorso spirituale e di crescita interiore, alla ricerca del  significato sacro di Namasté: "al risveglio del nuovo giorno la mia anima saluta la tua anima". Durante questi anni non ha maismesso di creare, anche e soprattutto  durante i periodi della sua vita più difficili,  che oggi, a distanza di anni,  Antonella  definisce "intensi e determinanti" ,ma durante i quali l'arte ha rappresentato l'essenza stessa della sua esistenza. Antonella, moglie, madre e attiva professionista, dopo un trascorso nell'Ufficio Stampa di Fendi, diventa stilista di una propria linea di costumi da bagno.Lasciato il mondo della moda, inizia a ricercare quegli stessi  accostamenti cromatici  che componeva per i tessuti,  dando loro una nuova vita su supporti come legno o metallo: materiali da lei prediletti "come matrici di uno stile oggi riconosciuto e riconoscibile". Il freddo del metallo si riscalda non soltanto a contatto del calore emanato dal legno, ma anche per l'accostamento ad altri elementi che appartengono alla terra, come le pietre e sabbia raccolte nei viaggi in ogni capo del mondo. Molte le opere dove emerge anche la sua filosofia buddhista,  sono caratterizzate da una marcata antitesi tra lavori dalla forte intensità strutturale e figura umana, per lo più femminile, la cui presenza è a volte soltanto suggerita e altre (spesso drammaticamente) rappresentata. L'opera indaga in modo spirituale sul mistero della vita e degli incontri, e ne diventa rappresentazione tangibile. La nuova poetica di Antonella Privitera, presentata in anteprima in questa settimana del RAW  si può racchiudere nelle due parole "fisicità e volume" in ogni loro declinazioni semantiche. Il pensiero  creativo ed emotivo, se caricati con giusta energia, sono indistruttibili:  questa la lucida analisi in cui si riflette Antonella Privitera nel suo essere donna e artista, nell' intimo fondersi di sentimento e azione. 

Gallerie: 2012 via del Gesù e Maria Roma
Mostre personali:

1' giugno 2008 Galleria casa di di Sant' Ubaldo,  Gubbio, personale di Antonella Privitera a cura di arte & dintorni

1'luglio 2015 "ALluminazioni" Carrozzeria Beautiful Car in via Campopensiero 129 all'interno di capannoni industriali , a cura di Miriam Castelnuovo 


3 aprile 2017 Personale di Antonella Privitera "Le Stanze degli Angeli", - Engel & Voelker Roma, a cura di Miriam Castelnuovo.

14 ottobre 2017 Amaci giornata del contemporaneo, curatrice Miriam Castelnuovo

30 maggio 2018 luce in movimento circolo canottieri Roma

18 giugno 2018 vibrazioni di frequenza le Colonial via fleming 55 Roma

21 luglio 2018 Atelier Galerie Xavier Hortala 11 rue Malpagne, Granville (F)

Attuale curatrice Adelinda Allegretti

 

Minosse
Africa oro
Marte
Plenilunio