COVID-19
Vi ricordiamo che ogni organizzatore di evento è responsabile in proprio della sicurezza dei partecipanti e dovrà garantire tutte le procedure di prevenzione previste dalle attuali disposizioni governative tra le quali sanificazione degli ambienti, controllo e registrazione degli accessi, numero massimo di presenze, uso dei dispositivi di protezione individuale e quant’altro utile ai fini della prevenzione dal contagio.

Ancora un Mondo Reale

Mostra sinergica tra fotografia,installazioni,pittura sul rapporto con la natura


vogliamo ANCORA UN MONDO REALE!

                vogliamo ANCORA UN MONDO REALE!

                               vogliamo ANCORA UN MONDO REALE!

 

  Questo è il grido che si leva forte, nel silenzio della galleria d'arte, udibile solo da chi è qui ed osserva le opere.

  Gli artisti che hanno contribuito con le loro opere a questa collettiva dal titolo: ANCORA UN MONDO REALE, ognuno seguendo la propria cifra stilistica che lo connota da anni nel panorama dell'arte italiana, ci invitano a ritornare a vivere un mondo reale, ad uscire dal limbo dell'universo virtuale in cui abbiamo vissuto negli ultimi mesi , costretti nostro malgrado!

   Il mondo reale della natura lavora e produce forme perfette nella loro esteticità e nella loro funzione di vita.

   Il concetto antropocentrico che governa la vita di noi umani ci ha portato a non scorgere più il senso estetico insito nella natura, senso estetico del quale ci dobbiamo riappropriare iniziando proprio dalle forme naturali che ci sono vicine, vicinissime.

   Noi stessi!

Torniamo a guardarci e non solo a vederci!

   Il nostro volto riflesso in uno specchio, oppure confuso tra petali di fiori, il nostro profilo, il nostro corpo e le forme che esso disegna! 

   Torniamo a guardare e non solo vedere le forme che la natura plasma, anche solo facendo scorre un rivolo d'acqua su un sasso!!! Oppure ricordandoci che il mondo non è fatto solo da “bipedi umani”, ma è popolato di tante altre creature.

   Lasciamoci andare ad una danza naturale, sfiorando i rami di un ipotetico albero urbano che si ergono dal nostro pavimento

   Gli artisti Teresa Bianchi, Maristella Campolunghi, Massimo Napoli, Franco Nuti e Patrizia Pieri, elencati in tal sequenza solo per rispetto di un ordine alfabetico, hanno lavorato sul sentimento di alleanza con la natura e con se stessi.

Ci regalano le loro visioni da cui ripartire, da analizzare ed anche sì, perché no, forse da criticare. E ben venga dunque qualcuno che muova l'ago antropocentrico da noi verso il mondo reale della natura e le sue perfezioni, da noi verso gli altri.

 

Grazia Menna

 

Artisti

Strutture

Curatori