CONCORDIA DISCORS - Le molte anime della geometria

Bi-personale di Usama Saad e Susanna Doccioli a cura di Gianluca Tedaldi


La galleria Art G.A.P., dal 19 al 25 ottobre 2019, è lieta di accogliere la bi-personale, CONCORDIA DISCORS - Le molte anime della geometria, di Usama Saad e Susanna Doccioli a cura di Gianluca Tedaldi.

L'assonanza che emerge nei due mondi che troviamo accostati non è uguaglianza: la traccia sintetica, stilizzata, di Usama racconta un'idea definita e una progettazione quasi teologica ispirata da un credo assoluto. Una sintesi espressiva che prende quasi la forma di una preghiera. Il suo lavoro è frutto di una tecnica sperimentale di incisione che utilizza la vibrazione sonora di varie lunghezze d'onda e la gravità terrestre (cioè l'oscillazione del pendolo). Susanna produce invece un segno dinamico definito dal desiderio: il segno preciso della vibrazione interiore. La sua non è geometria di una sintesi del segno, ma piuttosto una reiterazione della forma. In questa diversità esistono delle assonanze: il segno specchiato di Usama (un principio che potremmo definire di "moltiplicazione") e la forma col suo gioco mistico in Susanna (ovvero la "vibrazione" emozionata e allusiva). L'uno opera con pari disinvoltura nella calcografia e con il linoleum, Susanna crea la sua opera soprattutto attraverso la xilografia e le tecniche di stampa a rullo, sperimentando materiali e trasparenze ai quali, ancora, aggiunge con tagli e pieghe che creano vuoti che a volte sono pieni (ovvero i pop-up). Entrambi accolgono nella loro riproduzione gli spunti per una conquista dello spazio reale, in tanti modi: dal gioco fra rilievo e stesura piatta fino alla realizzazione di una struttura scenografica che attira/accoglie lo sguardo altrui nel proprio gioco interiore.

USAMA SAAD nasce al Cairo, nel 1963. Illustratoree incisore dal 1995 Usama Saad ha frequentato la scuola di incisione di Ernesto Nino Palleschi, docente dell'Accademia di Pisa. Attualmente è membro attivo del Print Center of New York e del Mathaf: Arab Museum of Modern Art a Doha (Alqatar). Dal 2010, collabora con il Centro Sperimentale d'Incisione Stamperia del Tevere e la Stamperia Ripa 69 a Roma. Prelevando dal suo Paese d'origine, l'Egitto, elementi aniconici, scritture coraniche, gusto decorativo e assuemndo dal linguaggio occidentale il valore della forma, Usama ha ideato un'iconografia caratterizzata da una personalissima contaminazione estetica. Figure umane e animali fantastici, idoli misteriosi e simboli esoterici creano in tal modo un linguaggio vicino a quello alchemico e surrealista. Innumerevoli mostre personali e collettive che lo vedono attivo e le opere presenti in collezioni pubbliche. www.usama-saad.com

SUSANNA DOCCIOLI nasce a Roma nel 1983. Il suo percorso di studi inizia con il liceo artistico e l'Accademia di Belle Arti di Roma per approdare a Urbino dove si laurea a pieni voti nel febbraio 2008 presso l'I.S.I.A. in Grafica Editoriale e Comunicazione Visiva. E' proprio a Urbino nel 2004 che scopre l'incisione presso il laboratorio del K.a.u.s., passione che persegue anche presso i laboratori di Bethanien a Berlino e della Stamperia del Tevere a Roma,dove continua a sperimentare e a collaborare dal 2010 e dove oggi è attiva come socia e insegnante di xilografia e tecniche incisorie nelle sede storica che dal 2018 è sede dell'Associazione Stamperia Ripa 69. Nel suo bagaglio di esperienze lavorative c'è l'insegnamento del disegno e delle varie discipline artistiche, dalla xolografia, dell'organizzazione e realizzazione d workshop per bambini e adulti, della cura di mostre ed eventi legati all'ambito delle arti visive. Attualmente opera a Roma e alterna esperienze di insegnamento del disegno e dell'incisione, al lavoro di grafica e illustratrice. www.susannadoccioli.it

 



Organizzato da
Art GAP Gallery