Ragazze. Mostra personale di Lucianella Cafagna

Vernissage mercoledì 23 ottobre 2019, ore 19.00

Lucianella Cafagna, Bella Ciao, 2019, Olio su cartone

In occasione di Rome Art Week IV Edizione, Palazzo Merulana, nato dalla sinergia tra Fondazione Elena e Claudio Cerasi e CoopCulture, presenta Ragazze, mostra antologica di Lucianella Cafagna

Vernissage mercoledì 23 ottobre 2019, ore 19.00, Lucianella Cafagna in conversazione con Concita De Gregorio

L'artista romana lavora da vent'anni intorno alla tema dell'adolescenza, concentrandosi in particolare sulla figura archetipica della fanciulla-ninfa, nella storia dell'arte come nella psicologia del profondo. Le sue caratteristiche di ambiguità, l'essere tra l'umano e il divino, tra l'infanzia e l'età adulta, la sua androgina indeterminatezza fanno di ninfa un essere che sfugge alle costrizioni e stereotipizzazioni nelle quali continuamente si cerca di chiuderla, ma anche il simbolo di quella misteriosa bellezza carica di pathos che è del transitorio, dell'impermanente. Ninfa come il fiore di ciliegio, incarnazione di quel mono no aware, di quel senso di nostalgia, che introduce nel sentimento della bellezza la profondità del tempo, il senso struggente della sua solitudine.

Cafagna vuole celebrare questa figura nella sua declinazione contemporanea, dedicando le sue ragazze a tutte le nuove coraggiose Antigoni comparse sulla scena da qualche anno. Antigone è da sempre considerata il simbolo della lotta contro il potere, della ribellione solitaria e romantica contro l'ingiustizia di un tiranno. “Dalle Pussy Riot alla ragazzina che legge la costituzione davanti all'esercito russo, da Malala a Eddi la guerrigliera che è andata a difendere l'esperimento curdo dagli integralisti, da Greta, alla ragazza vissuta sugli alberi,  a tutte le “capitane”. E’ una figura totalmente nuova e carica di speranza,” dice la Cafagna.

Lucianella Cafagna è nata a Roma nel 1968. Ha studiato all'École Nationale Supérieure des Beaux-Arts di Parigi e ha passato un periodo d'apprendistato nello studio di Pierre Carron, pupillo di Balthus, esperienza che si è chiusa con una collettiva al Grand Palais. Nel 2011, ha partecipato alla 54˚ Esposizione Internazionale d'Arte della Biennale di Venezia all'interno del Padiglione Italia e nel 2014 ha una voce a suo nome nell'Enciclopedia Treccani, dove è annoverata tra i venti artisti contemporanei più rilevanti del panorama italiano. Il suo lavoro è stato affiliato al Realismo magico della Scuola romana. E’ rappresentata a Roma dalla galleria d'arte contemporanea RvB Arts.

 La mostra è visitabile fino al 30 ottobre

Modalità di partecipazione

Vernissage mercoledì 23 ottobre 2019ore 19.00, ingresso libero

Dal 24 al 30 ottobre

Intero €10.00

Ridotto €8.00

Il biglietto consente l'accesso alla Collezione Cerasi, alla mostra Jan Fabre. The Rhythm of the Brain e alla mostra Ragazze di Lucianella Cafagna. 

Orari

Dal mercoledì al lunedì 

Dalle 10 alle 20, ultimo ingresso alle 19

Martedì chiuso



Organizzato da
Palazzo Merulana