ISKAY QARA - Seconda pelle. CARLOS ATOCHE e HUGO SALAZAR CHUQUIMANGO

Mostra a cura di Emanuela Robustelli con l'Ambasciata del Perù in Italia


Una

straordinaria civiltà del tessuto.

Tutto era tessuto e tutto era avvolto dallo spirito del tessuto,

... è stato scritto tessendo

... le huacas erano tombe di tessuti

... hanno avuto la pazienza e la filosofia del tessitore

(Hector Velarde, 1987)

 

«ISKAY QARA Seconda pelle» è un progetto espositivo, patrocinato dall’Ambasciata del Perù in Italia, che presenta opere di Hugo Salazar Chuquimango e Carlos Atoche. I due artisti peruviani propongono una serie di tele e abiti dipinti a mano ispirati alle culture precolombiane della costa Nord del Perù e in particolare alla cultura Mochica. Entrambi, seppur con approcci e stili differenti, volgono così lo sguardo al passato, rendendo un personale omaggio all’arte degli antichi peruviani attraverso opere pittoriche in grado di far immaginare mondi lontani con atmosfere temporali attuali. La mostra, a cura di Emanuela Robustelli, sarà inaugurata, con un vernissage, mercoledì 17 ottobre alle 19:00 presso Horty Lamiani Gallery di Roma, in via Giolitti, 163.

 

Come nelle culture preincaiche, per i due artisti la rappresentazione è una forma di esistenza continua, un flusso che collega l’arte di ieri con il presente. Nelle tele di Hugo Salazar Chuquimango è evidente il richiamo alle immagini erotiche raffigurate sulle terrecotte esposte al Museo Larco di Lima, che ritraevano atti sessuali intrisi di una religiosa ritualità. I Moche, infatti, credevano che il cosmo fosse formato da tre dimensioni in contatto tra loro: quella dei vivi, quella dei morti e quella degli dèi. «Il sesso era il motore che permetteva ai tre mondi di restare in contatto» sostiene l’antropologa Anne-Christine Taylor. Carlos Atoche, invece, nei sui quadri narra le mitologie andine in ambientazioni sottomarine, in una sorta di archeologia ritrovata: così antichi guerrieri, mostri marini, pesci e divinità preincaiche si inseriscono sulle superfici di tele animate da tinte accese. Quello di Atoche è un linguaggio contemporaneo che richiama, inevitabilmente, la sua esperienza con i murales.

 

Durante il vernissage è previsto un défilé di abiti disegnati dagli artisti e pensati come complessi architettonici per onorare le sacerdotesse Mochica, che in quella civiltà ricoprivano un ruolo fondamentale nella gerarchia religiosa come nei i luoghi di potere. Inoltre, il tessuto è il supporto dove gli antichi, tramite disegni e geometrie, in una sorta di linguaggio codificato, raccontavano la propria cultura, costituendo così un prezioso documento per ricostruire la storia degli antichi abitanti del Perù.

 

Emanuela Robustelli

 

 

Con la collaborazione di Francesca Brini, Maria Giovanna Godas, Simona Pandolfi, Agnese Sonsini, Elvira e Ana Salazar Chuquimango, Marco Alvarado, Piero Di Cesare e Alessandro Pontillo.

 

Informazioni

Iskay Qara_ Seconda Pelle. Opere di Hugo Salazar Chuquimango e Carlos Atoche

Mostra a cura di Emanuela Robustelli

 

Horti Lamiani Gallery - Via G. Giolitti, 163 Roma

Dal 17 ottobre al 14 novembre 2018

 

Vernissage: mercoledì 17 ottobre ore 19:00

Orario di apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì dalle 11:00 alle 18:30 (sabato chiuso. Domenica su appuntamento)

 

Contatti: iskayqara@gmail.com


Partecipanti a ISKAY QARA - Seconda pelle. CARLOS ATOCHE e HUGO SALAZAR CHUQUIMANGO


Organizzato da

Emanuela Robustelli

Visualizza la scheda