Open Studio Antonella Nardi


NECESSARIO PERDERSI

[un progetto MAGTRESTUDIO di Guido D'Angelo e Antonella Nardi]

Nessun cammino, nessun attraversamento, se non si avverte ben presto la presenza di qualcosa di estraneo, di lontano, di non-umano. L'inquieto sentire accanto a noi ci accompagna nell'ombra lungo il sentiero e solo così cogliamo la misteriosa prossimità delle cose con la nostra essenza.
Non c'è paesaggio possibile, non vi è sguardo senza questa tensione, senza la consapevolezza della demonicità della natura. Non esistono percorsi segnati, strade certe e sicure, bisogna rifiutare le vie predeterminate per aprirsi all’utopia, alla ricerca incessante. È necessario perdersi per ritrovare l’attenzione e la tensione che ci consente di riconoscere il senso più denso del tempo e dello spazio. Varcare la soglia che apre alla scoperta del non visibile, rivelazione di un nuovo modo di vedere, con lo sguardo rivolto alla terra senza cognizione del tempo. Tornare a quello stato aurorale ingenuo disponibile della coscienza, quando la natura nella sua splendente e terribile materialità rappresentava ora il segno di un divino immanente nelle cose, ora la manifestazione dell’incomprensibile, dell’indecifrabile. Quel segno originale e spesso ignoto, che precede il pensiero e il linguaggio, assumerà allora il valore e potere generativo di nuove possibilità di configurazione del visibile.

OPEN STUDIO • LA MOSTRA È VISITABILE:

Mercoledì 24 ottobre 2018 - orario: 17:00/21:00 e Giovedì 25 ottobre 2018 - orario: 17:00/ 21:00



Organizzato da

Antonella Nardi

Visualizza la scheda