Liliana Spadaro


 

 

Liliana Spadaro vive e lavora a Roma. Il suo interesse per l'arte nasce tra i banchi di scuola, quando si rende conto che l'indirizzo scolastico scelto manca esattamente di quello che a lei interessa di più: lo studio del patrimonio artistico italiano e non solo. Inizia quindi un percorso di studio da autodidatta, comincia a riempire le lacune con studi paralleli a quelli scolastici, si avvicina al mondo delle esposizioni e frequenta assiduamente musei e gallerie.  Finiti gli studi superiori consegue laurea triennale e specialistica in Storia dell'Arte Contemporanea presso la Sapienza di Roma, con una tesi riguardante l'artista Luigi Ontani. In seguito completa il suo percorso di studi portando a compimento anche la Scuola di Specializzazione in Beni Storico Artistici sempre presso la Sapienza di Roma; in questa occasione propone una tesi di stampo sperimentale riguardante il rapporto tra l'arte contemporanea e i manga, con la quale suscita l'interesse della commissione e ottiene il massimo dei voti con lode. La tesi non è altro che il punto di partenza per lo studio di un fenomeno che interessa il substrato ipercontemporaneo dell'arte, la commistione di elementi pop e di vita quotidiana, come i fumetti, fusi a elementi di più alto lignaggio culturale.

Da questo momento in poi iniziano una serie di collaborazioni e di rapporti lavorativi con artisti e enti tra cui MondoMostre, l'Ufficio Mostre della Sovrintendenza Capitolina di Roma Capitale, il Nuovo Archivio dei Macchiaioli, le testate NextExit, Fefè Art Magazine e per lungo tempo Flash Art Italia. A tutto questo intervalla anche l'attività di guida turistica, collaborando con varie associazioni senza scopo di lucro attive su Roma e dintorni.

Il 3 ottobre 2016, insieme ad altri due soci, fonda l'Associazione Culturale OrbitArte, volta alla valorizzazione e fruizione del patrimonio artistico contemporaneo e non. Con OrbitArte organizza, in veste curatoriale, alcune esposizioni personali di artisti attivi sul tessuto urbano romano, come Luis Cutrone di Studio Sotterraneo. Partecipa inoltre all'organizzazione della manifestazione Bauci Park, con un evento incentrato sul visual storytelling attraverso passeggiate artistiche in peculiari quartieri di Roma.

Il suo interesse e le attività inerenti l'arte contemporanea sono ancora oggi vive e in continua evoluzione.

 

Curatrice della esposizione personale di Luis Cutrone “Tra ombra e luce” presso spazio espositivo Ozio Pigneto, Roma 25 maggio - 17 giugno 2018.

 

Organizzatrice e guida dell’evento/visita guidata presso il quartiere Quadraro di Roma in occasione della manifestazione "Bauci Park", evento di visual storytelling attraverso passeggiate artistiche, tenuto il 23 novembre 2017.

 

Organizzatrice e guida, in collaborazione con l’Associazione culturale "Inforidea", di 5 giornate di trekking e cultura nei dintorni di Roma, 28 ottobre - 1 novembre 2017.

 

Curatrice e organizzatrice dell’esposizione personale di Luis Cutrone, presso Studio Sotterraneo, Roma settembre - ottobre 2017.

Lavoro di progettazione e organizzazione della mostra personale dell’artista Piero Fantastichini, dal titolo “Luminescenze” tenutasi a giugno 2009 a Castel Sant’Angelo in Roma.

 


RAW2018
20 Ott-11 Nov 2018 | 19:30
Ognuno si faccia i propri Duchamp
Gian Paolo Berto e Studio Sotterraneo
Ingresso libero
Mostra
Studio Sotterraneo
Via Capitan Ottobono 5 - Roma
1 appuntamenti