Nichola Koshkosh


Nichola Koshkosh è un artista emergente ucraino basato a Mosca, la cui peculiare capacità di catturare e tradurre lo zeitgeist in un linguaggio sintetico in profonda sintonia con il pubblico, gli ha recentemente guadagnato grande attenzione sulla scena internazionale. Koshkosh è stato il primo artista in assoluto ad aver tenuto una mostra di realtà aumentata utilizzando i filtri di Instagram: durante il lockdown la sua mostra personale 'HYPERBOREA' - un concentrato di evasione verso terre più felici e sognate, facilmente accessibile da qualsiasi luogo tramite smartphone - ha rivelato 15 dipinti appesi alle pareti virtuali di tre diverse stanze immaginarie, immediatamente celebrati da ‘Vogue Russia’ e dal cult ‘The Calvert Journal’.

In occasione di questa edizione di Roma Art Week, un dipinto di 'HYPERBOREA' - per pura coincidenza intitolato 'Roma' - sarà presentato nel mondo reale alla ONEROOM Gallery, creando un'interessante sinergia tra uno dei più interessanti artisti della giovane avanguardia russa che si è ispirato a Roma, e una galleria fonte di perle rare per ogni amante di libri e fotografia, situata proprio nel cuore della Città Eterna.

Per vedere la mostra completa in realtà aumentata usare i filtri AR ‘Hyperborea’ disponibili sul profilo Instagram di @nicholakoshkosh cliccando sull'icona dello ‘smiley’.

One Koshkosh for ONEROOM Gallery.
 
 
'HYPERBOREA'

"Né in nave né a piedi troveresti la meravigliosa strada per l'assemblea degli Iperboreani [...]" - Pindaro (518-438 AC)

Nichola Koshkosh è orgoglioso di presentare la sua prima mostra personale interamente online - Hyperborea - accessibile tramite i filtri di realtà aumentata di Instagram, che mostra l'installazione di 15 nuovi dipinti, molti dei quali creati durante il blocco Covid a Mosca, e distribuiti in tre diverse sale in realtà aumentata, dimostrandosi pioniere del formato espositivo Instagram AR.

Hyperborea era una terra immaginaria lontana nel tempo e nello spazio, conosciuta fin dai tempi antichi del poeta greco classico Pindaro: una terra che simboleggiava l'idea di un luogo perfetto dove i venti del Nord non soffiavano e la sua gente viveva felice e libera dalle devastazioni della guerra, della vecchiaia o delle malattie. Durante il blocco, Koshkosh si è ritrovato confinato nello spazio limitato del suo studio, privato della libertà e circondato da un'atmosfera cupa: è stato in questo momento che ha incontrato i leggendari racconti di Hyperborea, dando alla sua fantasia un'affascinante fuga dalla soffocante realtà del presente.

Le composizioni nei dipinti di Koshkosh sono caratterizzate dal posizionamento di figure e di elementi tipici del suo vocabolario segreto - croci, emoticons, uccelli, ragni, serpenti e stelle - nella superficie mutevole, spessa e dinamica della sua pittura. Mentre dipinge, Koshkosh combina il suo amore per i tatuaggi e i graffiti con la conoscenza proveniente dai suoi studi al Seminario Teologico 'Evangel - Biblical Institute', e spesso trasforma i suoi pensieri in brevi testi, fornendo una connessione verbale alle opere, ma liberandolo dal l'impulso di coinvolgere il linguaggio direttamente nel processo di spiegazione delle sue opere. Alla fine, la tavolozza di Koshkosh si compone di una sorprendente gamma di grigi e verdi scuri notturni, bianchi sporchi, blu rosati e violacei ammorbiditi artificialmente da sprazzi di gialli e verdi acido: "I colori ti avvolgono e quell'immersione è ciò che io voglio adesso. Il colore è tutto, se usato correttamente", afferma Koshkosh.

In tutte le diverse sale aumentate della mostra, i visitatori sono invitati a scoprire i dipinti esplorando lo spazio - un mix di architettura in realtà aumentata e funzionalità messe in dialogo con il mondo reale che li circonda - e partecipando attivamente catturando istantanee delle loro opere preferite, creando così una mostra virtuale unica e in continua evoluzione, che si svolge sotto l'hashtag #koshkoshhyperborea

Visita la mostra usando gli effetti di realtà aumentata disponibili su Instagram @nicholakoshkosh, che potete vedere direttamente dal suo profilo cliccando sull’icona della faccina.

"Astratti ma semplici, i suoi dipinti si distinguono per la loro insolenza: le immagini ortodosse si confondono con le immagini dei suoi amici mentre fanno boxe, le attrezzature agricole e The North Face. Sembrano un mix fra Ivan Aivazovsky e Robert Rauschenberg, commissionato dagli ATL Twins. ” - Art of War, Office Magazine, settembre 2018.

Partecipa alla conversazione e condividi i tuoi pensieri su Instagram @nicholakoshkosh tramite l'hashtag #koshkoshhyperborea | Per ulteriori informazioni contattare Artur Semenov: artur.semenov@gmail.com o via Instagram @art_roam

Nichola Koshkosh (nato nel 1995, Mariupol, Ucraina) è un artista multimediale basato a Mosca che è rapidamente diventato uno dei volti più interessanti della "Russia moderna" - probabilmente uno dei segreti meglio custoditi della scena artistica russa - un ponte non solo tra Oriente e Occidente, ma anche tra Ieri e Oggi. Koshkosh non è un semplice pittore, e tutto il suo lavoro abbraccia diversi media: graffiti, tatuaggi contemporanei, progetti editoriali e fotografia, intrisi dei riferimenti provenienti dai suoi studi presso il ’Seminario Teologico Evangelico - Istituto Biblico’. Un vero e proprio anello di congiunzione fra categorie diverse. I suoi lavori sono stati pubblicati da Vogue Russia, L’Officiel Russia, Office Magazine (USA), La Repubblica (IT), TTTism magazine (UK), Brask Studio Visits (DK), KALTBLUT Magazine (DE), INRUSSIA (RU), The Calvert Journal (UK). Ha esposto a Mosca e a Copenaghen, e il suo ultimo artshow - HYPERBOREA - è una mostra virtuale accessibile tramite i filtri di Realtà Aumentata su Instagram, che apre la strada ad un pionieristico formato espositivo. 

ONEROOM è un luogo piccolo e accogliente, totalmente dedicato alla fotografia contemporanea situato in Piazza dei Satiri 55, proprio nel cuore di Roma. Metà libreria, metà biblioteca con un po’ di galleria e uno studio, il loro scopo è promuovere la conoscenza attraverso e sui cosiddetti “libri fotografici”. La selezione di libri nuovi, insoliti e rari spazia da capolavori dagli anni Sessanta a nuove gemme nascoste autopubblicate ancora da scoprire, provenienti da tutto il mondo. Non solo una boutique per collezionisti, ma un luogo in cui essere ispirati e sentire come appare il mondo visto da qualcun altro.

 

 

Hyperborea Online Artshow Poster
Hyperborea X Fontana Di Trevi
Hyperborea X Spanish Steps
Hyperborea X Ponte Sisto

Gli eventi di RAW2016 ancora non sono stati inseriti nel nuovo database, potete visualizzarli su RAW 2016