Marco Casolino

Marco Casolino nasce a Roma il 29 luglio 1972. Si diploma nel 1991 presso l’Istituto Tecnico Industriale G. Giorgi di Roma. In quegli anni acquisisce i rudimenti della meccanica e scopre il “valore” della materia. Dopo il conseguimento del diploma, si specializza presso lo IED, Istituto Europeo di Design, dedicandosi all’illustrazione ed all’arte visiva. Durante il processo di perfezionamento, che lo spingerà verso lo studio dei colori e della luce, inizia l’approccio alla fotografia. Terminata la formazione scolastica, nasce l’interesse per il design industriale. Negli anni che vanno dal 1994 al 2006 progetta e realizza per conto della Luzi Angelo S.n.c. di Roma, diverse attrezzature per l’estrusione delle materie plastiche. Quello che apparentemente risulta dissonante con la formazione artistica, in realtà, si traduce in una preziosissima esperienza, legata alla pratica quotidiana, all’interno di una attrezzata officina meccanica. Qui utilizza macchine utensili di ogni genere (compreso il controllo numerico) e lavora a stretto contatto con uomini dotati di grande esperienza conoscitiva e manuale. Oltre che imparare a plasmare, metallo, legno e plastica, OSSERVA. Parallelamente all’esperienza industriale, nel 1994 fonda la società di computer grafica J.N. Graphics attiva fino al 2004. Alla J.N. l’analogico diviene digitale. Adobe Photoshop, da subito, diviene il mezzo privilegiato. La manualità si trasforma ed evolve. Immediatezza e meticolosa processualità convergono. La mutazione diventa espressione, mantenendo l’istintività delle forme originarie. (...)Sono caduti dei valori e sono stati sostituiti con altri valori, sono caduti dei modelli di comportamento e sono stati sostituiti con altri modelli di comportamento. Questa sostituzione, non è stata voluta dalla gente, dal basso, ma sono stati imposti dagli illustri del sistema nazionale. Volevano che gli italiani consumassero in un certo modo e un certo tipo di merce e per consumarlo dovevano realizzare un altro modello umano. Il regime, è un regime democratico, però quella acculturazione, quella omologazione che il fascismo non è riuscito assolutamente a ottenere, il potere di oggi, il potere della società di consumi è riuscito a ottenere perfettamente, distruggendo le varie realtà particolari. E questa cosa è avvenuta talmente rapidamente che noi non ce ne siamo resi conto. È stata una specie di incubo in cui abbiam visto l'italia intorno a noi distruggersi, sparire e adesso risvegliandoci forse da quest'incubo e guardandoci intorno, ci accorgiamo che non c'è più niente da fare. (...)   Sabaudia e la "civilta' dei consumi" 1974 P.P.Pasolini Partecipa a tre edizioni della mostra CASAIDEA. Nella sezione eventi OFFICINA DELLE ARTI, esposizione di design promossa dalla Regione Lazio / Assessorato alla Piccola e Media Impresa, Commercio e Artigianato, curata dall'arch. Giuseppe Pasquali, espone nel 2005 la sedia JAKILL HIDE e nel 2006 il separé NAKED. Nel 2008, nella sezione eventi FORME & MATERIE DELL'ABITARE, esposizione di design promossa dalla Provincia di Roma / Assessorato allo Sviluppo Economico e Attività Produttive, curata dell'arch. Patrizia Di Costanzo, presenta la sedia VINCENT. Nel 2007 alcuni dei suoi acquerelli, facenti parte dello storyboard del documentario IL PIAVE prodotto per la Regione Veneto e con la regia di Vittorio Di Giacomo, vengono pubblicati sul N°1 della rivista di settore “Cine arte on line”. Nel 2010, alcune immagini inerenti il progetto LA DISGREGAZIONE DELL’IO vengono esposte nel corso della mostra collettiva AAC ARTE ACCESSIBILE CERNOBBIO presso le sale di Villa Erba, Cernobbio (CO) a cura di Tiziana Manca. Partecipa, e riceve il riconoscimento come miglior artista, alla mostra collettiva III mostra d'arte contemporanea Città di Pitigliano presso le sale degli ex granai della Fortezza Orsini, Pitigliano (GR) Alcune immagini e due video inerenti il progetto LA DISGREGAZIONE DELL’IO vengono mostrati nel corso della manifestazione SENSAZIONI D’AUTUNNO ad Ardea (RM) a cura di Daniela Bisin. Alcune immagini e due video inerenti il progetto LA DISGREGAZIONE DELL’IO vengono mostrati nel corso della manifestazione PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI! presso le sale del Caffè Freud di Roma a cura di Daniela Bisin. Dalla collaborazione con Francesca Fini, nasce il progetto NOTE OFF video di Francesca Fini, ispirato all’immagine ATTRVERSO facente parte del progetto LA DISGREGAZIONE DELL’IO. Dall’esperienza del video NOTE OFF nasce l’omonima performance eseguita, assieme a Francesca Fini, nel corso della mostra TEN RELOADED, presso le sale della degliZingari Gallery di Roma. Nel gennaio del 2011 il video NOTE OFF di Francesca Fini, ispirato all’immagine ATTRVERSO facente parte del progetto LA DISGREGAZIONE DELL’IO viene proiettato durante la Art White Night di Bologna presso le sale della Casa Bolognini a cura di Marco Testa. Nel Feb/Mar del 2011 la scultura WAY-OUT realizzata per l'associazione “Nessuno Tocchi Caino” viene esposta nel corso della manifestazione NASCONDI LA PIETRA CHE CAINO NON LA TROVI, presso le sale della Torre Viscontea di Lecco a cura di Vincenzo Mazzarella. Nel Giugno del 2011 alcune immagini de LA DISGREGAZIONE DELL'IO vengono esposte durante la presentazione del CD musicale BRAINSTORMING di WHOLEBRAIN presso la cascina - Valdapozzo (AL). Nel Giugno del 2011 il video THE ITALIAN MARRIAGE viene proiettato nel corso della manifestazione ALFABETO MORSO presso la galleria d'arte En Plein Air – Pinerolo (TO) a cura di Elena Privitera, Sergio Gabriele e Marco Filippa. Nel Giugno del 2011 il video di Francesca Fini NOTE OFF ispirato all'immagine ATTRAVERSO facente parte del progetto LA DISGREGAZIONE DELL'IO viene proiettato nelle sale del MACRO Museo di Arte Contemporanea di Roma. Nel Giugno/Luglio del 2011 sei immagini de LA DISGREGAZIONE DELL'IO vengono esposte nel corso della mostra collettiva DESIDERO ERGO SUM presso la galleria SALA1 di Roma a cura di Roberta Giulieni. Nel luglio del 2011 nel corso della manifestazione BORGO FOLLE a Longiano (FC) vengono esposti due video e dieci immagini de LA DISGREGAZIONE DELL'IO e il video OTTOMALOCCHIO a cura di Francesca Righi. Nel corso della stessa manifestazione prende vita AZIONE MUTANTE E LA RIAGGREGAZIONE DEL VOI, durante la quale vengono distribuite ai visitatori centocinquanta maschere-autoritratto, rendendo i partecipanti parte integrante dell'opera. Dal giugno 2011 l'immagine “Tradimento!” è esposta presso le sale del palazzo Levi a Firenze ne corso della manifestazione TIME IS ART a cura di Barbara Madrigali e Silvia Petronici. Nel settembre 2011 nove opere facenti parte de LA DISGREGAZIONE DELL'IO vengono esposte nelle sale di ENPLEINAIR Pinerolo (TO) durante la manifestazione ALFABETOMORSO a cura di Elena Privitera, Sergio Gabriele e Marco Filippa. Nel corso della stessa manifestazione prende vita AZIONE MUTANTE E LA RIAGGREGAZIONE DEL VOI 2, durante la quale vengono distribuite ai visitatori cento maschere-autoritratto, rendendo i partecipanti parte integrante dell'opera. Nel set/ott 2011 l'immagine FIVE HUNDRED ITALIAN'S POP viene esposta nelle sale dello SPAZIO CONCEPT di Milano nel corso della mostra 500 CONTEMPORARY ART MEETING a cura di ARTTWEE. Nel corso della stessa manifestazione prende vita AZIONE MUTANTE E LA RIAGGREGAZIONE DEL VOI 3, durante la quale vengono distribuite ai visitatori cento maschere-autoritratto, rendendo i partecipanti parte integrante dell'opera. Nell'ottobre 2011 l'installazione EYES DISPENSER viene esposta nelle sale della galleria Tralevolte/Sala1 di Roma ne corso dell'evento APOCALYPSE HOW - MULTIMEDIA ART FESTIVAL a cura della rivista NIGHT ITALIA – Marco Fioramanti. Nel novembre 2011 prende vita la performance AZIONE ALBATRO (ali e fede) per le strade di Roma. Nel novembre del 2011 il video che racconta la performance AZIONE ALBATRO (ali e fede) viene mostrato nelle sale della MONDRIAN SUITE di Roma nel corso dell'evento ACCORDAMENTI a cura di Isabella Corda. Nel novembre/dicembre del 2011 l'immagine IL GRANDE CIRCO viene esposta nelle sale del palazzo degli Alessandri (VT) per la 54° Biennale di Venezia a cura di Vittorio Sgarbi. Nel gennaio del 2012 il video AZIONE ALBATRO (Ali e Fede) viene proiettato nella Libreria UGO MURSIA EDITORE di Milano nel corso della presentazione della Rivista d'arte NIGHT ITALIA N.6 a cura di Marco Fioramanti. Nell'aprile 2012 prende vita la performance AZIONE ALBATRO (ali e fede) per le vie centrali di Torino. Nell'aprile/maggio 2012 l'immagine TRADIMENTO del ciclo LA DISGREGAZIONE DELL'IO e le ali, il corpetto e il cappello di AZIONE ALBATRO (ali e fede) e il video della performance romana, rimangono esposti nelle sale del Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino nel corso della mostra Mobile Card a cura di Domenico La Grotteria. Nel maggio 2012 viene presentato il nuovo progetto KILL THE DIFFERENCE nel corso della manifestazione ACCORDAMENTI ATTO II nelle sale del KE NAKO di Roma a cura di Isabella Corda. Nel maggio 2012 l'installazione EYES DISPENSER e l'immagine SCOPERTA del ciclo LA DISGREGAZIONE DELL'IO vengono esposte nelle sale del MAAAC Museo di Arte Conemporanea di Nocciano (PE) nel corso della mostra CORPO (Festival delle Arti Performative tra spiritualità e ascesi – seconda edizione) a cura di Ivan D'Alberto e Sibilla Panerai. Nel maggio 2012 prende vita la performance AZIONE ALBATRO (ali e fede) per le vie centrali di Nocciano a chiusura del Festival CORPO. Nel maggio/giugno 2012 due immagini del ciclo LA DISGREGAZIONE DELL'IO vengono esposte nelle sale di ENPLEINAIR Pinerolo (TO) nel corso della mostra MOBILE CARD a cura di Domenico La Grotteria, Elena Privitera e Marco Filippa. Nel giugno 2012 l'immagine DEATH OF CLASSIC BEAUTY della serie SCOMPENSI, finalista del DonkeyPrize viene esposta nelle sale dell'Hotel STRAF di Milano a cura di DONKEYPRIZE. Nel luglio/agosto 2012 l'installazione Azione Albatro (Ali e Fede), finalista del Premio Basi, viene esposta nelle sale del Cassero Senese di Grosseto a cura di Silvia Petronici. Nell'agosto del 2012 prende vita la performance AZIONE ALBATRO (ali e fede) per le vie di Parghelia (VV) a cura di Domenico La Grotteria. Nell'agosto del 2012 prende vita la performance AZIONE ALBATRO (ali e fede) per le vie di Tropea (VV) durante la manifestazione Mobile Card a cura di Domenico La Grotteria. Nell'agosto del 2012 prende vita la performance AZIONE ALBATRO (ali e fede) per le vie di Monterosso Calabro (VV) durante la manifestazione Mobile Card a cura di Domenico La Grotteria. Nel settembre del 2012 alcune immagini de “La Disgregazione dell'IO” vengono esposte nel corso della mostra CORPORA a cura di Francesca Righi, presso le sale dell'ATELIER OPEN di Amsterdam. Nel settembre del 2012 la performance AZIONE ALBATRO (Ali e Fede), prende vita per le strade di Amsterdam. Nel settembre del 2012 l'immagine PENSIERI FUMOSI viene esposta nelle sale di ENPLEINAIR Pinerolo (TO) nel corso della mostra PROFILE a cura di Elena Privitera e Marco Filippa. Nel novembre del 2012 la scultura WAY-OUT viene esposta nelle sale del MACRO (Museo Arte Contemporanea Roma) per il Premio Arte Contemporanea ADRENALINA. Nel febbraio 2013 Viene presentata la scultura installazione SGUARDO OSSERVANTE SGUARDI nel corso della serata evento PRIMA SERATA CARDIOPATICA in Roma. Nell' aprile/maggio 2013 la scultura installazione SGUARDO OSSERVANTE SGUARDI e lìimmagine STAND UP FOR YOUR RIGHTS vengono esposte nella galleria ONE PIECE ART nel corso della mostra QUESTO E' BENE, QUESTO NON E' BENE, a cura di Olimpia Orsini. Nell'agosto 2013 la mostra personale dal titolo “Maschere. Commedia Umana in Forma Fotografica” ha sede nelle sale della biblioteca comunale Mozzi Borgetti di Macerata, a cura di Nessun Teatro. Nel settembre 2013 la performance AZIONE ALBATRO (Ali e Fede), prende vita per le strade di Civitanova Marche. Nel dicembre 2013 l'immagine IDEAL CITY entra a far parte della collezione permanente del MAAM Museo dell'Altro e dell'Altrove di Roma, a cura di Giorgio de Finis. Nel febbraio 2014 dieci immagini de LA DISGREGAZIONE DELL'IO vengono esposte nelle sale della galleria 77 ART GALLERY di Milano, nel corso della mostra LINGUAGGI DEL CORPO, a cura di Giovanni Manzoni. Nel marzo 2014 l'installazione “OCCHI X OCCHI” entra a far parte della collezione permanente del MAAM Museo dell'Altro e dell'Altrove di Roma, a cura di Giorgio de Finis. Nel luglio 2014 la performance AZIONE ALBATRO (Ali e Fede), prende vita per le strade di Grottammare e San Benedetto del Tronto. Nel luglio 2014 la mostra personale dedicata alla performance AZIONE ALBATRO (Ali e Fede) ha sede nelle sale della Palazzina Azzurra di San Benedetto del Tronto, a cura di Nessun Teatro e con il patrocinio del comune. Nel luglio/agosto 2014 la mostra personale dedicata alla performance AZIONE ALBATRO (Ali e Fede) ha sede nelle sale della Galleria Opus di Grottammare, a cura di Nessun Teatro e con il patrocinio del comune. Nell'ottobre 2014 è attore protagonista nel film ANANKE per la regia di Claudio Romano e prodotto dalla AXELOTIL FILM. Nel settembre 2015 la performance AZIONE ALBATRO (Ali e Fede), prende vita per le strade di Alessandria nel corso della manifestazione RADICI NEL CIELO. Nel settembre 2015 l'installazione RADICI viene esposta in Alessandria nel corso della manifestazione RADICI NEL CIELO. Nell'ottobre 2015 l'immagine YIN YANG viene esposta nel corso del Kokesci Rebel Fest e presso le sale dell'Ex Cartiera Latina di Roma, a cura di Isabella Corda. Nell'ottobre 2015 mostra personale con la presentazione dell' installazione DEEP THROAT nel corso della manifestazione ASYNCRONO a Roma. Nel Luglio 2016 viene presentato durante la 52a Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro il corto “Con il vento” di Claudio Romano e Elisabetta L'Innocente di cui è protagonista.

Gli eventi di RAW2016 ancora non sono stati inseriti nel nuovo database, potete visualizzarli su RAW 2016