Marialisa Monna


Marialisa Monna è nata a Roma.

Laureata in Lettere a La Sapienza con una tesi di Etnomusicologia, ha studiato Composizione al Conservatorio Santa Cecilia e si è poi diplomata in Direzione d'Orchestra. Ha studiato inoltre Direzione con Sergiu Celibidache a Monaco di Baviera, Composizione con Sylvano Bussotti a Fiesole e con Karlheinz Stockhausen a Roma.

Fino al 2015 ha insegnato Storia della Musica e Linguaggi musicali del Novecento all'Accademia Nazionale di Danza e a questa attività è legata la pubblicazione dei libri Giuliana dai capelli di fuoco (ERI, Torino, 1990), ricognizione storica della vita dell'Accademia di Danza dalla fondazione; Il corpo parlante – Viaggio nella danza del Novecento (Galzerano, Casalvelino, 2000); Come affrontare un esame di Storia della Musica – Cenni metodologici (Galzerano, Casalvelino, 2003), Introduzione ai linguaggi della musica – Musica oralità scrittura (Galzerano, Casalvelino, 2005). Gli ultimi due fanno parte di una collana intitolata Arte Spettacolo Strumenti, da lei stessa ideata per l'editore Galzerano.

In Introduzione ai linguaggi della musica – Musica oralità scrittura, in particolare, sono esplicitati gli elementi teorici di una lunga ricerca sulle proprietà della comunicazione musicale, sulle capacità formative della musica e sui suoi collegamenti con tutti i settori della cultura e della realtà contemporanee. Questa ricerca ha condotto a uno specifico metodo di lavoro didattico, applicato nell'Accademia Nazionale di Danza. 

Ha pubblicato articoli e saggi in riviste specializzate, ha curato l'aggiornamento del Catalogo delle opere di Goffredo Petrassi per Suvini e Zerboni, e ha tenuto seminari e conferenze in università, conservatori e altre istituzioni.

E' stata redattrice dell'inserto culturale del TG3 Nazionale e ha collaborato con RAI RadioTre. In particolare, per RAIRadioTre, ha realizzato (con A. D’Adamo) un programma radiofonico in tredici puntate intitolato Il corpo parlante - Viaggio nella danza del Novecento, che ha condotto in voce e che è poi divenuto un libro con lo stesso titolo.

Parallelamente ha svolto un'attività artistica rivolta soprattutto a una sperimentazione sul teatro musicale, scrivendo lavori che ha chiamato melogrammi. Fra questi, D.I. (Dedalo e Icaro), Ricordi, Milano, 1998, Un cadeau a Nanni Moretti, Habitat  -  dei quali ha curato anche la regia - tutti eseguiti nell'ambito di rassegne di musica contemporanea.

Ha scritto i testi e curato messinscena e regia di due opere del compositore romano M. Bagella, L'ultima domanda (Roma, Goethe Institut, 2003) e Arione (Roma, Goethe Institut, 2005), più volte eseguite in festival e rassegne di teatro musicale contemporaneo.

Ha scritto i testi, creandone anche un allestimento sonoro, per i lavori coreografici di S. Nifosi sulla musica di M. Bagella, Giulietta degli spiriti – Questi e altri fantasmi e Monolocale vendesi, messi in scena con numerose repliche dalla compagnia "Sonia Nifosi Motion Dance Group" nel 2010 e nel 2011. Ha creato, inoltre, un allestimento sonoro di testi per i balletti Medea-Voci di P. Scoppettuolo e Mother 0.3 di V. Versino.

Parallelamente all’attività musicale, ha sempre esercitato una creatività al confine tra arte e design, operando su materiali di vario tipo. Nel 2017 ha reso pubblico il suo lavoro artistico con la mostra Fra Oriente e Occidente - Cloisonné d'uso e, nel maggio 2018, con Fra Oriente e Occidente - Cloisonné d'uso, Seconda ParteAllestite come eventi compositi, con la musica di M. Bagella e con performance di danzatori, le due mostre sono realizzazioni di un preciso progetto, sintesi di varie esperienze.

Nel 2002 ha fondato assieme a Mauro Bagella e a Donatella Vici la emmebifactory, uno studio per la progettazione e la realizzazione di prodotti artistici, di cultura e di spettacolo (www.emmebifactory.com).

Tra le ultime produzioni della emmebifactory  M. Monna ha curato la realizzazione di Contrappunto a tre, evento con video di D. Vici e musiche di M. Bagella e M. Monna, nel quadro delle manifestazioni di Roma Capitale per la notte del solstizio d’estate 2018; con M. Bagella ha realizzato la musica per la performance-installazione di D. Vici Nero in opera, ispirata a Marguerite Yourcenar e selezionata per la manifestazione Land Art al Furlo 2018.

 

www.emmebifactory.com

https://www.criticipercaso.it/2017/05/27/lisa-monna-fra-oriente-ed-occidente-cloisonne-duso/

https://www.criticipercaso.it/2018/04/11/bagella-monna-limportanza-di-essere-duo/

Tra Oriente e Occidente - Cloisonné d'uso: Minerva va alla guerra, partic.; legno, metallo, cloisonné; segnalatore dell’umore domestico
Tra Oriente e Occidente - Cloisonné d'uso: A casa di Dom; custodia di Dom Perignon in spugna di polistirolo, plastica, cloisonné, contenitore per frutta secca e schiaccianoci
L'ultima domanda - opera multimediale, testo (da I. Asimov), messinscena e regia M. Monna; musica M. Bagella
Arione, opera multimediale, testo (da Erodoto), messinscena e regia M. Monna; video D. Vici; musica M. Bagella

Gli eventi di RAW2016 ancora non sono stati inseriti nel nuovo database, potete visualizzarli su RAW 2016