Guido Aurisicchio


 

Guido Aurisicchio nasce a Napoli.

Si avvicina alla pittura nel 1968 iniziando le prime esperienze formative.

Nel 1970 entra in contatto con l'ambiente artistico napoletano e conduce ricerche nel campo della percezione visiva.

Nel 1976 si trasferisce a Roma e inizia la sperimentazione, connessa in modo sistematico a un approfondimento di tutti gli aspetti inerenti il fare arte, spinto in ciò

da uno stato di profonda necessità interiore.

La fase operativa vera e propria inizia nel 1989, dopo aver visitato la mostra postuma di Mirò (Roma), con le sue ultime opere.

La motivazione di base che lo ha portato sulla strada della pittura è consistita nell'impossibilità di esprimere in modo diverso il ribollire del suo mondo inconscio.

La ricerca, come detto, si è snodata per lunghi anni sul piano della sperimentazione e della riflessione sull'arte e su tutto ciò che a giudizio dell'artista vi si

connette, su qualunque livello dell'esperienza, anche quelli apparentemente lontani. L'importante è che egli percepisca un filo, anche sottilissimo, che all'arte

conduca: una strada, questa, irta di difficoltà e di ostacoli.

Senz’altro determinanti sono stati, fra gli altri, i suoi studi sulla psicologia di C. G. Jung, sulla meditazione e sullo Zen.

Nel 1989, dunque, la mostra di Mirò, dell'ultimo Mirò, quello delle “macchie”, fa scattare  la magia: quella che era stata esperienza discontinua e sofferta diventa

  continua, rimanendo pur sempre sofferta.

In tale fase Guido Aurisicchio mette a punto una tecnica personale basata sull'utilizzo di materiali poveri: spugne, stracci, carta, vecchi pennelli, legno ed altro.

Utilizza colori acrilici e moltissima acqua.

All'inizio il lavoro risulta informale, poi la materia prende forma e progressivamente conduce l'artista all’interno di un mondo visionario, in cui l'osservatore

sensibile e attento può riconoscere luoghi della propria fantasia o del proprio inconscio, come se l'opera tendesse a generare differenti e variegate risonanze

interiori.

Aurisicchio non si è ispirato ad alcun modello in particolare oltre a quello da egli stesso concepito; ciò nondimeno egli nutre sincera ammirazione per grandi artisti

come Bosh, Dix, Mirò, Bacon, Klee e Rothko.

 

GUIDO AURISICCHIO MOSTRE

Mostre personali:

1990            Studio 99, Roma

1996            “Pitture d’acqua”, Spazioltre, Roma

1996            Casa delle Culture, Roma

1996            Caffè della Scala, Roma

2002            “Ubicazioni”,Galleria Arte-“Cortina”, Roma

2009            “Scene dall’universo”, La cicala e la formica, Roma

2017            Rebacco, Roma

2018            Area Contesa Roma, Il colore dell’anima

Mostre collettive:                                           

1991/95        L'Arte nel Portico, Roma                       

1994             Il Narciso, Roma                                      

1995             Arte Estate, Roma                                   

1995             X  Rassegna “Re di Roma”                     

1995             XI Rassegna “Re di Roma”                     

1996             XII Rassegna “ Re di Roma”                  

1996             Spazioltre, Roma                                               

1997             L'Ariete, Roma

2001             Galleria Arte-"Cortina", Roma

2004             XXXI Rassegna Internazionale Sulmona

2004             DARC “Il contemporaneo in città”, Roma

2004             Premio “Museo G. Bargellini”, Pieve di Cento (Bologna)

2004             Zoom - Studi Aperti, Roma

2005             Controcorrente, performance con videoinstallazione sul Tevere

2006             "Omissis", Le Tele Tolte, Calcata (Vt)

2007             “Le conseguenze del colore”, Comunasbarrio, Roma

2007              Fiera VITARTE, "In - visibil - arte", Viterbo

2007             “Quasi per gioco”, Comunasbarrio, Roma

2008              Fiera  ARTEcontemporaneamodernaROMA, Roma

2008             "Visioni dell'umanità", L.S. "E. Majorana", Roma

2008/09         Ashanti, Roma

2009             "Petali rossi", Zerouno, Barletta

2009              “Acqua”, Mitreo, Roma

2009             "1000 artisti a palazzo", Cesano Maderno (Milano)

2009             "Circus", Comunasbarrio, Roma

2009              "Shopping bag=arte III edizione”, Galleria Vittoria, Roma

2009              “Apophis: Immagini da una Apocalisse annunciata”, Roma

2009               “Immagina”, Arte in Fiera, Reggio Emilia

2011/2012      “2012-Sguardi sul Futuro”, Lavatoio Contumaciale , Roma

2013               “Aspettando la cometa”, Lavatoio Contumaciale , Roma

2017                “Il dono del talento”,  Zerouno, Barletta

2017                “Art Rome ,International Art Expo”, Flyer Art Gallery 20-30 oct Roma

2017               “Art Rome ,International Art Expo”, Flyer Art Gallery 31 oct 10 nov Roma

2017               “Alchimie esoteriche ad Arte”, Area Contesa Arte, Roma

2017                 “Arte in Rome Christmas”, Area Contesa Arte, Roma

2017                 “XMAS Art in Exhibition 2017”, Flyer Art Gallery Port of Rome

2018                 “Expo Art of Rome, Flyer Art Gallery Port of Rome 26 gen

2018                 “Action Movie”, Area Contesa Arte Roma

2018                 “Arte contemporanea e gioiello”, ArteinRegola, Roma

2018                Mostra d’arte collettiva, Sala Nicolini, Travagliato, (Brescia)

2018                “Visioni d’arte”, Galleria Spazio 40, Roma

2018                World Wide Art Show London 2018, The Tabernacle, Londra.

2019                 “Verso la Biennale”,  Flyer Art Gallery Port of Rome

 

Il faro in capo al mondo
Magici misteri
Luce nel verde
Quadrato verde