Emilio Farina


Emilio Farina è un riconosciuto artista vicentino, romano d’adozione. Pittore visionario, dal 1972 ad oggi le sue opere sono state esposte in numerose gallerie italiane ed estere. La sua attività non è nuova ad istallazioni in complessi storici come Il “miracolo” di Donnaregina (1994), dove bozzetti dell’artista andavano ad integrare le parti perdute del ciclo di affreschi; il grande retablo “Lippi” (2000); 2003 – Mausoleo di Cecilia Metella; Tivoli Villa d’Este; Tempio di Adriano, ed ancora Palazzo Altemps per sostituire il Trono Ludovisi; “Al fuoco!Al fuoco!” a Palazzo Altieri (2006); Pantheon e Palazzo Spada, fino a “Aguardiente” nel Complesso di San Michele (2008), sempre a Roma. Il suo rapporto con l’ “Antico” è quello di una antichità reinterpretata, che quasi ne cancella l’originale suggestione visiva, per sovrapporsi ad essa in un approccio del tutto personale. L’Antico diventa così nient’altro che un pretesto pittorico per un nuovo sistema visivo, che spesso utilizza composizioni geometriche e la ripetizione di moduli pittorici. Tra le sue mostre principali estere: Galerie Art Contemporaine – Lione, Galeria El Museo – Bogotà, Palais De Artes – Marsiglia, Centro Cultural Palacio Gaviria – Madrid, Galerie Catherine Macè – Cannes, Caja S. Ferdinando – Siviglia. Ha inoltre esposto a New York e Los Angeles e alla Biennale de Il Cairo in Egitto. Nel settembre 2010 ha realizzato un’installazione per il rinnovato Palazzo Barberini a Roma.

Atelier - Fuoco
Studio d'artista
Manifestazione - Al di là del fiume
Senza titolo