Francesca Anedda


Francesca Anedda nasce a Cagliari nel 1987, dove frequenta il Liceo Classico "G. M. Dettori" e successivamente consegue la Laurea Triennale in Tecnologie per la Conservazione e il Restauro dei Beni Culturali presso la Facoltà di Architettura, con una tesi in museologia volta ad indagare il legame tra leggi della percezione visiva e gli allestimenti museali del XX secolo in Italia.

Dopo aver vissuto per cinque anni ad Amsterdam, in Olanda, torna in Italia con l'obiettivo di completare il percorso di studi e si iscrive al corso magistrale di Arti Visive dell'Alma Mater Studiorum - Università di Bologna. Il percorso accademico le ha consentito di rafforzare le competenze storico artistiche e di sfruttare le occasioni del tirocinio e della tesi di ricerca per costruire un percorso professionale incentrato sulla curatela e sulla mediazione culturale in ambito artistico.

Il tirocinio curriculare presso il Museo Civico di Sinnai (CA) - 2016/2017 - le offre la possibilità di lavorare ad un progetto di riallestimento per le sale museali dedicate alle opere scultoree e pittoriche. Vengono inoltre suggerite alcune modifiche all'organizzazione degli spazi, così da migliorare le condizioni di conservazione e tutela del patrimonio ivi custodito. Il suddetto progetto e il lavoro di catalogazione dei beni artistici del museo, giacenti in diversi depositi del Comune di Sinnai (eseguiti sotto la supervisione della direttrice del museo, l'Archeologa Isabella Atzeni) sono oggi a disposizione della Soprintendenza di Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Cagliari e le province di Oristano e Sud Sardegna.

Durante gli anni dell'università si dedica ad attività di volontariato nel paese di residenza (Sinnai, CA) assieme all'Associazione Ardesia e, in occasione dei festeggiamenti natalizi, cura la sua prima mostra durante l'evento "Natale con Ardesia".

Nell'estate 2018 lavora all'evento d'arte contemporanea Paratissima Cagliari come Junior Project Manager. In questo ruolo ha la possibilità di fare esperienza in diversi settori dell'organizzazione di eventi d'arte: dalle attività della segreteria operativa fino al supporto all'allestimento delle opere, passando per l'ideazione e gestione degli eventi artistici collaterali alla manifestazione principale.

Attualmente vive a Roma, dove porta avanti le ricerche per la tesi magistrale in ambito museologico (nello specifico si occupa  di educazione e mediazione culturale museali). Il lavoro di tesi - sostenuto dai due musei di Roma Capitale, GAM e Museo di Roma in Palazzo Braschi - vuole , da un lato, approfondire le possibilità e i limiti di azioni di mediazione culturale in museo che sfruttino il video gioco all'interno delle sale espositive (in paricolare analizza l'utilizzo dei serious games, di cui ha costruito un prototipo funzionante con cui portare avanti le sperimentazioni); dall'altro, propone un innovativo strumento per la condivisione e la diffusione delle ricerche in questo ambito.

Nel 2019 inizia a collaborare con il team "artisti" di Rome Art Week, occasione che le permette di mettere a frutto le competenze pregresse sia nell'ambito logistico/organizzativo degli eventi d'arte, sia in quello legato alla curatela.