manuela pincitore


 

 

 

Manuela Pincitore è nata a Roma nel 1974 e, dopo gli studi scientifici, ha scelto una facoltà umanistica che potesse affinare le sue conoscenze letterarie e che le permettesse, contemporaneamente, di stimolare le sue attitudini “figurative”. Si è dunque laureata in Lettere con indirizzo Storia del Cinema, approfondendo tutto ciò che fosse legato all'Immagine: la Luce, la Composizione dell'Inquadratura, la lettura critica di una “quadro” in qualunque sua forma, la Fotografia, il Cinema come sintesi di tutti questi elementi. In quegli stessi anni, ha dipinto su commissione, sperimentando tecniche e supporti diversi: dal pastello al carboncino, dall'acrilico all'olio, adattando questi materiali a tele, cartoncini, oggetti d'arredamento, a scenografie teatrali, a vetrate e a intere pareti domestiche.

Ha frequentato il corso di Disegno e Pittura presso la Rufa (Rome University of Fine Arts), e un corso privato presso lo Studio dell'Artista Paola Drago, conosciuta all'interno della manifestazione “100 artisti”, a Roma. Nel 2018 ha partecipato al workshop con l'artista Miltos Manetas, al museo MAXXI di Roma, durante l'esposizione Internet Painting.

Ha coltivato la sua passione per la fotografia da autodidatta e, poi, frequentando corsi di Photoshop e workshop con fotografi come Fabio Moscatelli, Angelo Raffaele Turetta e il Maestro Franco Fontana, per sviluppare l'approccio creativo e sociale dei progetti fotografici. É stata selezionata per esporre in Collettive di Fotografia (Roma: Palazzo Merulana, TAG- Tevere Art Gallery. Treviso: Casa dei Carraresi) e per Mostre Mercato e Premi d'Arte.

La sua Arte, fotografica e pittorica, nasce dalla necessità di raccontare situazioni ed emozioni singolari e plurali allo stesso tempo, capaci di cogliere quell'esigenza che, pur nella individuale capacità di sentire, accomuna tutti gli esseri umani: la condivisione e la compassione, nel significato fedele alla sua etimologia.

 

 

Indipendence (2013) Acrilico su tela. Un neonato che sceglie il dito e rifiuta il ciuccio ha già capito che, per essere indipendenti, bisogna affidarsi solo a se stessi.
Madonna con bambina. Tecnica mista su cartone telato. La poesia di Novalis racchiude il senso del rapporto tra madre e figlia. Il titolo allude alla possibilità che, contrariamente a quanto creduto e tramandato, il figlio di dio potesse essere una bambina.
Need to change. Tecnica mista su tela. 100x120

Gli eventi di RAW2016 ancora non sono stati inseriti nel nuovo database, potete visualizzarli su RAW 2016