Olympia Dotti
Dati e contatti

LINK UTILI

Instagram MIAF - MUSEO ITALIANO ARTE FELINA - https://www.instagram.com/miafmuseoitalianoartefelina/

Facebook MIAF- MUSEO Italiano ARTE Felina - Felini tra Arte, Natura e Curiosità https://www.facebook.com/profile.php?id=100063530613792

Olympia Dotti Fine Arts - https://www.facebook.com/profile.php?id=100063981937724 

Studio Olympia Corsi di Pittura Decorazione e Mandala - https://www.facebook.com/studiolympia

Oympia Dotti & Co. Environment Communication & Bizz - https://www.facebook.com/profile.php?id=100063332974170

Ecogeo Village "Imagine" & Co-Housing "Gli Eucalipti" - https://www.facebook.com/profile.php?id=100051257452750

Newlynx Academy International - https://www.facebook.com/profile.php?id=100066624756071

 

CURRICULUM VITAE DI OLYMPIA DOTTI

Amò il Bello, l'Arte, la Natura, le Curiosità, “Kalos Kai Agatos”, il concetto Ellenico di Bello e Buono - Fù attratta spontaneamente da tutto ciò che è Armonico seguendo un istintuale sequenza Numerica di Fibonacci, che integrò poi con elementi di Geometria Sacra e Cabala Mistica, tuffandosi quindi nei Colori attraverso gli Studi presso l'Asiact - Aura Soma International Academy of Color Technologies esprimendosi Artisticamente attraverso la "FREQUENZA COLORE" e la "VIBRAZIONE PAROLA" nei "Ritratti dell'Anima", nei "Mandala Mandelbrot Chakra Vortex" e di recente nei "Collage New Pop".

Olympia Dotti ha esposto sia in Musei in Italia, Museo Macro a Roma, che all'Estero, Museè' du Manége a San Pietroburgo per il Padiglione Italia, distinguendosi inoltre con Premi della Critica e della Giuria per laTriennale Cult of Art Roma, sia con l'intervento Critico in Video da parte del Professore Vittorio Sgarbi durante la Mostra Capitolium nelle “Sale del Bramante”, sia sul Canale Youtube di Olympia Dotti, all'interno del FORMAT “Ad Hoc” "In Camera con Olympia", Programma di Video Interviste tra Arte, Natura e Curiosità.

Ha Fondato il MIAF, Museo Italiano Arte Felina, tra Arte Natura e Curiosità con le sue 7 Missions Benefiche, come Museo Diffuso, ma anche con Mostre Pop-up da alcuni anni, ma nella sua Nuova Forma 2023, in Tecnologia 3.0 come Piattaforma di Museo Virtuale Olografico ed Interattivo visitabile come Videogame, con Immagini Nft in Blockchain. Dal 2023 molta della Sua Arte è dedicata alla "New Media Art"

 

"HAPPY GIRLS ARE THE PRETTIEST GIRLS

7 COLORS OF HAPPINESS"

 

Presso il Museo Nazionale di Castel Sant'Angelo a Roma in Mostra alla “The Sweet Sixties – Narrazioni di Moda” a cura di Stefano Dominella Direttore Artistico dell'Atelier Gattinoni rinomata casa di Moda Romana conosciuta anche a livello Internazionale fin dagli anni '50, è stata presentata in Primis l'Opera di Olympia Dotti “Happy Girls are the Prettiest Girls” dedicata alla Sua Adorata Zia Audrey Hepburn in un collage New-Pop Optical Black & White che rimanda alle Grafiche di Escher.

Tale Collage B/N, New-Pop sviluppa le dimensioni di 1 x 1,50 Mt., un binomio, tra arte e fashion, sicuramente fra i più riusciti.

 

Solitamente, Olympia Dotti utilizza esclusivamente i Colori e le loro Sfumature dopo la Specializzazione all’“Art & Science International Academy of Colour Technologies dell’Aura-Soma”, per questo motivo, nonostante l'enorme successo riscontrato alla biglietteria del Museo Nazionale di Castel Sant'Angelo con 8 mila visitatori il 25 di Aprile ed altrettanti il 1° di Maggio, Olympia ha fortemente voluto delle “Audrey bagnate nel colore”.

 

Un “Work in Progress” che ha prodotto, prima le “7 Audrey's Facets” presentate alla Mostra “Punti di Vista” promossa da A.M.A.C.I. (Associazione Musei d’Arte Contemporanea Italiani) presso la Galleria GARD e successivamente per la RAW - Rome Art Week 2023 per la Mostra “Arte & Parole” presso la Galleria GARD le

“Happy Girls are the Prettiest Girls - 7 Colors of Happiness”

 

"COLLAGE NEW POP"

 

Nasce da un'Urgenza Artistica di ritornare a vecchi Lavori dell'Infanzia Rielaborati con Tecniche Contemporanee in cui L'Opera di Collage di Immagini e Sensazioni che dopo esser state composte e poi rielaborate attraverso la Pittura, anche in Oro Zecchino, vengono Fotografate e Stampate su Piastra in Alluminio Spazzolato in cui non si stampa il Colore Bianco, ottenendo un risultato Sorprendente, Straordinariamente Dinamico e Luminoso, che Traspare dal retro della Tela stessa, l'Alluminio Spazzolato che risulta Satinato ed Iridescente, una vera Bellezza per gli occhi.

Oltre al fatto di poter Personalizzare la Dimensione dell'Opera all'interno della scelta tra le "9 Eroine Iconiche" accuratamente selezionate tra Donne che sono riconosciute a Livello Mondiale, come nell'Archetipo delle 9 Muse dell'Antica Grecia che rappresentavano l'Ideale supremo dell'Arte intesa come verità del "Tutto" ovvero l'”Eterna Magnificenza del Divino” che ritroviamo nel lavoro di Olympia Dotti sottolineando i Valori irrinunciabili incarnati al giorno d'oggi dalle Eroine stesse.

Donne che incarnano Virtu' come la Lealtà, Eroismo, Patriottismo, Coraggio, Bellezza, Eleganza, Femminilità, Altruismo, Stile, Generosità, ma anche Eccentricità, Dispotismo, Lunaticita', il Femminino Sacro in Tutte le sue Sfumature che attraversa i Secoli giungendo a Noi in un Linguaggio Universale di Amore e Passione da sempre Veicolato attraverso le figlie di Eva

Le 9 Eroine Iconiche” rese POP dall'Arte Sfacciatamente Colorata, nell'Accezione dell'uso della Tecnica del “Collage”, sono state accuratamente scelte attraverso le Epoche e la Storia dei Tempi perché, benché alcune Preda della propria Vanità e Vizi, troviamo la Fedeltà alla Patria, l'Onore, il Coraggio, lo Spirito Indomito, il Sacrificio, il Carisma, il Fascino, la Bellezza, la Seduzione, sono queste stesse scelte tra tante e ridotte a 9, come le Muse, Pregne delle loro Difficoltà a Livello Umano che ci hanno comunque lasciato traccia di Spiriti Liberi ed Indomiti, Grandi Esempi a cui Ispirarsi:

1) Cleopatra 2) Giovanna d'Arco 3) Elisabetta 1° d'Inghilterra 4) L'Imperatrice Cixi

5) Sissi Imperatrice d'Austria 6) Anita Garibaldi 7) Fridha Khalo 8) Evita Peron 9) Audrey Hepburn

In questo preciso Momento Storico, in cui siamo totalmente privi di Riferimenti che Valga la Pena prendere come Esempi Carismatici, ha preso in considerazione anche

"LA MADONNA", come figura Femminile, Forte, Pura e come Simbolo, ma ha anche pensato che "LA MADONNA"

E' già in ognuno di Noi ed è questo il suo Miracolo Costante,

ed è appunto per questo motivo che ha deciso di Privarci della Sua Figura Iconografica ed Iconoclasta.

 

Il titolo, "DE REBUS AMORIS" ha un doppio significato, da una parte fa riferimento a tutto ciò che riguarda l’Amore, traduzione letterale dal latino, dall’altra si riferisce all’Amore come REBUS, gioco enigmistico in cui la combinazione di immagini e lettere dell’alfabeto consente di indovinare una frase ed è esattamente a questo Concetto, dell'Amore come Rebus o Enigma, che la Poliedricità dell'Artista Olympia Dotti torna nuovamente ad esprimersi rispolverando un tipico “Gioco da Tasca” particolarmente apprezzato in un revival dagli anni '70 benché la sua origine si colloca nel 1874 per poi essere popolarizzato a partire dal 1891.

 

L’Amore è la condivisione totale della condizione di colui o colei che si ama.

Inevitabilmente l’idea dell'Amore nello spazio e nel tempo cambia in funzione della compatibilità con i più svariati e diversi contesti sociali ai quali questo sentimento si è dovuto e deve adeguarsi costantemente.

Cosa resta dell’Amore è un progetto culturale che esplora la percezione dell’Amore attraverso immagini e parole rivolgendosi in particolar modo ad un pubblico giovane al quale offrire una panoramica alternativa alla visione stereotipata di un sentimento attualmente vissuto con scarsa consapevolezza.

La combinazione di opere d’Arte di epoca e culture diverse è in grado di restituire in modoesaustivo la percezione dell’Amore in contesti completamente diversi fra di loro.

 

Ovviamente la vastità del tema non consentirebbe di svilupparne tutte le sue infinite variazioni e quindi sono stati selezionati unicamente solo alcuni temi capaci di rispecchiare la situazione attuale o di evocare situazioni culturali particolarmente ricche di suggestioni.

 

Il lavoro di Olympia si è ispirato, visto la tematica, alla complessità dei rapporti umani di genere e nello specifico quello relazionale e sentimentale tra uomo e donna, ma ha scelto in questo lavoro di rappresentare solo le Sue “DONNE\EROINE ICONICHE” che rappresenta nella forma del Gioco da Tasca “IL ROMPICAPO DEL 15” un vero e proprio “REBUS” da risolvere per la comprensione della Sfumatura e dell'Alchimia che c'è tra le persone che si Relazionano in Situazioni Amorose.

 

MADONNA DELLA TENEREZZA

 

I Colori usati nella realizzazione dei Ritratti dell'Anima, sono nella gamma dei 116 fino ad ora Canalizzati da Viky Wall e dal suo successore Mike Boot nel Sistema dell'AURA-SOMA in cui Olympia Dotti è Diplomata presso l'Istituto dell'"Asiact - AURA-SOMA International Academy of Color Technologies", e vengono individuati attraverso una lettura Personalizzata dei Tarocchi dell'”AURA SOMA”, proprio perchè lo scopo del lavoro di Olympia è quello di Realizzare, non tanto un Ritratto Veritiero, in quanto si ispira di più ad una Bellezza Scomposta Picassiana, bensì mira all'Essenza, un' Essenza catturata dalla FREQUENZA COLORE e poi definita attraverso la VIBRAZIONE PAROLA - Questo è il lavoro di Olympia - Delle Cartine Tornasole, dei "Ritratti dell'Anima"

 

La “Vibrazione Parola” Deriva direttamente dall'Apocalisse di San Giovanni:

in cui “In principio era il Verbo, e il Verbo era presso Dio e il Verbo era Dio. Egli era, in principio, presso Dio: tutto è stato fatto per mezzo di lui e senza di lui nulla è stato fatto di ciò che esiste. In lui era la vita e la vita era la luce degli uomini; la luce splende nelle tenebre, e le tenebre non l'hanno vinta”

“In princípio erat Verbum, et Verbum erat apud Deum, et Deus erat Verbum”

 

I “Ritratti dell'Anima” Nascono da una Ricerca Estetica, che Porterebbe il Fruitore/Collezionista Finale a desiderare di Possedere/Esporre il Proprio “Ritratto dell'Anima”, in Salotto, Corridoio, Ingresso, Camera da Letto, Cucina, Bagno, Studio, o altro Spazio, come un Grande POST-IT a ricordarci la Nostra Vera Essenza, il motivo per cui la Nostra Anima ha deciso di Reincarnarsi su questo Piano Terrestre - Il Materico Quadro corrisponde ad un Eterico Sito INTERNET Personalizzato con tanto di Indirizzo E-mail come Identità Eterica con cui dialogare con altri indirizzi Email di altrettanti "Ritratti dell'Anima", che essendo il Progetto stato concepito nel 1999, può considerarsi un Antesignano Animico di Facebook.

 

"HAPPY GIRLS ARE THE PRETTIEST GIRLS

7 COLORS OF HAPPINESS"

 

Presso il Museo Nazionale di Castel Sant'Angelo a Roma in Mostra alla “The Sweet Sixties – Narrazioni di Moda” a cura di Stefano Dominella Direttore Artistico dell'Atelier Gattinoni rinomata casa di Moda Romana conosciuta anche a livello Internazionale fin dagli anni '50, è stata presentata in Primis l'Opera di Olympia Dotti “Happy Girls are the Prettiest Girls” dedicata alla Sua Adorata Zia Audrey Hepburn in un collage New-Pop Optical Black & White che rimanda alle Grafiche di Escher.

Tale Collage B/N, New-Pop sviluppa le dimensioni di 1 x 1,50 Mt., un binomio, tra arte e fashion, sicuramente fra i più riusciti.

 

Solitamente, Olympia Dotti utilizza esclusivamente i Colori e le loro Sfumature dopo la Specializzazione all’“Art & Science International Academy of Colour Technologies dell’Aura-Soma”, per questo motivo, nonostante l'enorme successo riscontrato alla biglietteria del Museo Nazionale di Castel Sant'Angelo con 8 mila visitatori il 25 di Aprile ed altrettanti il 1° di Maggio, Olympia ha fortemente voluto delle “Audrey bagnate nel colore”.

 

Un “Work in Progress” che ha prodotto, prima le “7 Audrey's Facets” presentate alla Mostra “Punti di Vista” promossa da A.M.A.C.I. (Associazione Musei d’Arte Contemporanea Italiani) presso la Galleria GARD e successivamente per la RAW - Rome Art Week 2023 per la Mostra “Arte & Parole” presso la Galleria GARD le

“Happy Girls are the Prettiest Girls - 7 Colors of Happiness”

 

"COLLAGE NEW POP"

 

Nasce da un'Urgenza Artistica di ritornare a vecchi Lavori dell'Infanzia Rielaborati con Tecniche Contemporanee in cui L'Opera di Collage di Immagini e Sensazioni che dopo esser state composte e poi rielaborate attraverso la Pittura, anche in Oro Zecchino, vengono Fotografate e Stampate su Piastra in Alluminio Spazzolato in cui non si stampa il Colore Bianco, ottenendo un risultato Sorprendente, Straordinariamente Dinamico e Luminoso, che Traspare dal retro della Tela stessa, l'Alluminio Spazzolato che risulta Satinato ed Iridescente, una vera Bellezza per gli occhi.

Oltre al fatto di poter Personalizzare la Dimensione dell'Opera all'interno della scelta tra le "9 Eroine Iconiche" accuratamente selezionate tra Donne che sono riconosciute a Livello Mondiale, come nell'Archetipo delle 9 Muse dell'Antica Grecia che rappresentavano l'Ideale supremo dell'Arte intesa come verità del "Tutto" ovvero l'”Eterna Magnificenza del Divino” che ritroviamo nel lavoro di Olympia Dotti sottolineando i Valori irrinunciabili incarnati al giorno d'oggi dalle Eroine stesse.

Donne che incarnano Virtu' come la Lealtà, Eroismo, Patriottismo, Coraggio, Bellezza, Eleganza, Femminilità, Altruismo, Stile, Generosità, ma anche Eccentricità, Dispotismo, Lunaticita', il Femminino Sacro in Tutte le sue Sfumature che attraversa i Secoli giungendo a Noi in un Linguaggio Universale di Amore e Passione da sempre Veicolato attraverso le figlie di Eva

Le 9 Eroine Iconiche” rese POP dall'Arte Sfacciatamente Colorata, nell'Accezione dell'uso della Tecnica del “Collage”, sono state accuratamente scelte attraverso le Epoche e la Storia dei Tempi perché, benché alcune Preda della propria Vanità e Vizi, troviamo la Fedeltà alla Patria, l'Onore, il Coraggio, lo Spirito Indomito, il Sacrificio, il Carisma, il Fascino, la Bellezza, la Seduzione, sono queste stesse scelte tra tante e ridotte a 9, come le Muse, Pregne delle loro Difficoltà a Livello Umano che ci hanno comunque lasciato traccia di Spiriti Liberi ed Indomiti, Grandi Esempi a cui Ispirarsi:

1) Cleopatra 2) Giovanna d'Arco 3) Elisabetta 1° d'Inghilterra 4) L'Imperatrice Cixi

5) Sissi Imperatrice d'Austria 6) Anita Garibaldi 7) Fridha Khalo 8) Evita Peron 9) Audrey Hepburn

In questo preciso Momento Storico, in cui siamo totalmente privi di Riferimenti che Valga la Pena prendere come Esempi Carismatici, ha preso in considerazione anche

"LA MADONNA", come figura Femminile, Forte, Pura e come Simbolo, ma ha anche pensato che "LA MADONNA"

E' già in ognuno di Noi ed è questo il suo Miracolo Costante,

ed è appunto per questo motivo che ha deciso di Privarci della Sua Figura Iconografica ed Iconoclasta.

 

 


To top