COVID-19
Vi ricordiamo che ogni organizzatore di evento è responsabile in proprio della sicurezza dei partecipanti e dovrà garantire tutte le procedure di prevenzione previste dalle attuali disposizioni governative tra le quali sanificazione degli ambienti, controllo e registrazione degli accessi, numero massimo di presenze, uso dei dispositivi di protezione individuale e quant’altro utile ai fini della prevenzione dal contagio.

SEMI

Sei metri sotto il suolo, al Quadraro


GarageZero Gallery, Via  Treviri  Roma (dietro Largo Spartaco, Metro A Numidio Quadrato o Lucio Sestio)

23-31 ottobre ottobre
opening 23 ottobre h. 18-22
gli altri giorni  h. 19-21

 

GAETANO ACCETTULLI    SOLEDAD AGRESTI   
SANTO ALESSANDRO BADOLATO    LUIGI BATTISTI   
DOMENICO CORDÌ    CARMELA COSCO   
DEHORS/AUDELA    ELENA DIACO MAYER  
RENATO FLENGHI    PAOLO GARAU 
EHAB HALABI ABO KHER    VITO LELLA   
PAOLO MIGLIAZZA    FRANCESCO PETRONE   
JAQUELINE GISELE RODRIGUEZ    SISETTA ZAPPONE

Mostra collettiva curata da Santo Alessandro Badolato e Vito Lella

GarageZero Gallery, spazio espositivo polivalente e autogestito, dal 2011 continua la sua azione poetica di promozione dell’arte contemporanea nei luoghi in cui è storicamente assente: le periferie.  

“SEMI”, il titolo della mostra collettiva curata da Santo Alessandro Badolato e Vito Lella in occasione di Rome Art Week, si è ispirato al luogo fisico della galleria, un ex garage sei metri sotto il livello stradale. Underground di fatto e per scelte culturali, GarageZero ospita le opere di ben sedici artisti

Giocando con il buio, lo straniamento di un  ambiente industriale povero e severo, luogo del sottosuolo, gli artisti di “SEMI” attraversano molteplici linguaggi dell’arte contemporanea, offrendo un panorama ampio dell'attuale ricerca artistica. Dalla oggettualità fisica dei materiali alla rarefazione delle immagini digitali, le opere  sorprendono per la diversità delle soluzioni proposte da ogni artista.

Sempre sulla linea della sperimentazione, ciò che accomuna gli artisti è l’uso di tecniche e materiali secondo  una progettualità concettuale  che li induce  a sconfinare  dagli ambiti delle tradizionali discipline artistiche. Opere ibride in cui l’apparenza, la figura, l’oggetto, non si autodefinisce ma diventa “altro” 

Rivisitazioni di frammenti filmici, l’uso di materiali industriali, “ricognizioni” dell’ambiente urbano o  del proprio corpo,  sono solo alcuni esempi del lavoro degli artisti.  
Opere intimamente connesse ai temi dai cui traggono ispirazione: il rapporto uomo  natura,  l’identità e le dinamiche umane, la drammaticità dell’esistenza  vissuta fisicamente con il corpo in una performance.
Una mostra poliedrica e per questo occasione di confronto tra artisti e pubblico

Provenienti da più parti d’Italia e dall’estero, gli artisti espongono le loro opere in un quartiere di periferia, il Quadraro. Una scelta coraggiosa fondata sulla  convinzione che l’arte sia anche un valido strumento per  riqualificare  un territorio.  “SEMI” è anche questo, partecipazione ad un progetto di trasformazione, germinazione dell’immaginario in luoghi bui e silenziosi.  Come un  seme gravido di potenzialità evolutive, la mostra vuole  contaminare, diffondere il fiore della bellezza creativa li dove manca.

Sito di GarageZero

Facebook di GarageZero

 

Organizzatore