Chiara Vannucchi

Artista e ricercatrice, viaggia per il mondo esplorando i metodi di convivenza armoniosa fra gli esseri umani e gli ecosistemi di cui fanno parte. Nasce a Firenze nel 1988 e si trasferisce con la famiglia a Roma. Studia il flauto traverso, si diploma al Liceo Artistico di Via Ripetta, intraprende gli studi di Astrofisica e consegue poi la Laurea Magistrale in Scienze dello Sviluppo e della Cooperazione Internazionale. Nel 2014 pubblica il suo primo saggio “Storia sociale del debito” e intraprende un viaggio in Colombia che darà una svolta alla sua ricerca artistica. Qui si laurea con una tesi sperimentale svolta all’interno della Riserva Naturale di San Andrés e inizia a maturare le riflessioni su un nuovo paradigma di reintegrazione fra l’Umanità e la Natura. Dal 2015 collabora con diverse associazioni sul territorio romano, dove promuove iniziative di creazione condivisa, partecipa a mostre collettive ed eventi culturali, fra i quali Parla e Suona con me! (2015/2016), Festival InDivenire (2018), Pixel 11x11 (2019) e le edizioni del Pigneto Film Festival dal 2018 al 2021. Nel frattempo viaggia tra il Messico e l’Italia e si specializza in Studi sull’America Latina, esperienza che le conferisce la nomina di cultrice della materia presso l’Università di Roma La Sapienza, dove dal 2018 collabora alle cattedre di Storia dell’America Latina e Storia delle Relazioni Euro- Latinoamericane. Nel 2018 vince una borsa di ricerca presso l’Agenzia Messicana di Cooperazione e Sviluppo e si trasferisce in Messico, dove esplora le tecniche di pigmentazione naturale e lavora come ricercatrice per la conservazione del patrimonio naturale e culturale messicano. Collabora con la Riserva Naturale di Huatulco, vive a stretto contatto con la comunità mixteca di tintori della porpora marina e decide di raccontare le origini di questa antica tradizione che lotta per sopravvivere, dando vita al Progetto “Tixinda”. Nel 2020 produce il corto documentario omonimo, premiato al Venice Shorts Film di Los Angeles, in California. Nel 2020 realizza il murale “Il Sogno” per l’Associazione ACAS di Sant’Angelo (VT). Nel 2021 realizza il murale “La Cura”, insieme all’artista messicano Luis Alberto Alvarez, in occasione di un’iniziativa di rigenerazione urbana nel quartiere Pigneto, a Roma. Nel 2022 presenta la sua prima mostra personale “Uno di Uno” presso il Palazzo del Popolo di Orvieto.


RAW2016 events have not yet been inserted in the new database