Piotr Hanzelewicz

Piotr Hanzelewicz (Polonia, 1978) vive in Italia. Ha fatto esperienze diverse fra loro, studi, lavori. Ama il termine cosa/cose. Non ha un approccio scientifico ma si attesta su una curiosità utile a creare collegamenti tra discipline diverse, talvolta lontane fra loro. Questa è la griglia di partenza. Poi c'è tutto il resto, insomma, poi ci sono le cose. Nota curiosa: è nato lo stesso giorno in cui è morto Paolo VI, pertanto non è sbagliato affermare che uno come Piotr Hanzelewicz nasce ogni morte di papa. Tra le mostre personali: 2020 – "L'estate sta finendo" doppio test con Matteo Ludovico, testi di Daniele Poccia e Matteo di Cintio, VarcoLabile (AQ) // "Nove dollari e qualche spiccio" – Polarville (AQ) // 2019 – "One hundred bucks and few cents" Galleria Rosso27 (Roma) a cura di Fabio de Chirico e Giuseppe Capparelli con testo in catalogo di Edoardo Marcenaro // 2018 – "Estemporanea > Play" doppia personale con Davide Serpetti allenata da Luigi Antonio Presicce – Centro per l'Arte Contemporanea Trebisonda (PG) // 2017 – "Meanwhile-regardless (tautology and a tale) - 139ARTSPACE South Greenwich London (UK) // "Con cura" 16 Civico (Pe) a cura di Silvia Moretta // “Per aquam ad astra - amaryllis”– Curva Pura (Roma) a cura di Michela Becchis // 2015 – “Piccole cose di poco conto (studi)”– Polarville (AQ) // 2014 – “Sotto le stelle” (Ventinovegiorni) – Spazio Menexa – Roma – testo critico di Paolo Aita // “All’ombra del pavone” – Biblioteca del Senato – Roma a cura di Michela Becchis // 2013 – “Opus fragile” – Palazzetto dei Nobili/Oratorio di S.Giuseppe dei Minimi – (AQ) a cura di Antonella Muzi // “Laborioso laborioso laborioso” – Istituto Polacco di Roma a cura di Franco Speroni con testi in catalogo di Alberto Abruzzese e Michela Becchis // 2012 – “Melancholia” – Casa studio dell’artista – prove pubbliche – Tornimparte (AQ) // 2011 – “L’inquilino del terzo piano” – Museolaboratorio – Città S. Angelo (PE) a cura di Enzo de Leonibus con testi di Teresa Macrì e Marco Patricelli //