COVID-19
We remind you that each event organizer is responsible for the safety of the participants and must ensure all prevention procedures provided by current government regulations including sanitation of environments, access control and registration, maximum number of presences, use of personal protective equipment and anything else useful for the prevention of contagion.

OFFRESI RIPARAZIONI VISIBILI: LA RIVINCITA DEGLI SCARTI

In questo laboratorio non si butta via nulla.

Foto di Serena Eller <i class='fa fa-question-circle' aria-hidden='true' data-toggle='tooltip' title='Translation is missing. We show the original text in Italian'></i>

OFFRESI RIPARAZIONI VISIBILI: LA RIVINCITA DEGLI SCARTI

di Antonella Argenti

In questo laboratorio non si butta via nulla. È l’impressione che hai appena incontri Antonella Argenti, al terzo piano di un palazzetto del 700, nel centro di Rione Monti. Ti trovi immediatamente sommersa da un’immensità di pezzi di stoffa, di ogni epoca, forma, trama o disegno, di ogni consistenza e dimensione. Antonella è alla sua macchina da cucire. Sono un’accumulatrice seriale di stoffe, dice mentre assembla, cuce, scuce, ricuce i suoi rimasugli. Li chiama gli scarti più preziosi del mondo: sono gli avanzi, gli scampoli dimenticati, i residuati di vecchi e introvabili campionari, residuati belli, che Antonella porta a nuova vita.

La sua è una rivisitazione del Crazy Patchwork di epoca vittoriana: recuperare anche i più piccoli brandelli di tessuti preziosi e cucirli tra loro senza schemi precisi.

 Per me è una specie di missione, mi dice, mi diverto così, e sento di dover condividere. Ho pensato: tu mi porti qualcosa di tuo, di rotto o strappato, qualcosa a cui tieni ma che ritieni ormai inservibile, e io lo rimetto in circolazione; con una riparazione visibile, lo faccio rinascere. Ci metto una toppa, una taschina, una tracolla… aggiusto polsini, orli, colletti, manici, passanti: le vie del patchwork sono infinite.

E tutto questo hai intenzione di farlo in diretta durante la Rome Art Week?

Sì, certo, mi dice lei. E ho paura, sottolinea.

E allora perché lo fai? chiedo io.

NON LO SO

> SI AVVISA

Che l’oggetto da riparare verrà igienizzato sul posto prima dell’intervento 

Che le riparazioni saranno eseguite a mano libera tramite sovrapposizione di uno  scarto di tessuto prezioso scelto da Antonella 

Che per riparazioni troppo complicate potrebbe essere necessario lasciare l’oggetto e ritirarlo in seguito.

Antonella Argenti

Dopo trent'anni dedicati alla produzione audio, nel 2007 torna ad occuparsi di tessuti e arredamento.

Studia Interior Design presso la Scuola di Arti Ornamentali del Comune di Roma e nel 2016 il suo progetto TUBES viene preselezionata per la call Over35 alla triennale di Milano.

Molti dei suoi lavori compaiono all'interno dei progetti che cura come arredatrice sia per privati che per ristoranti e boutique- hotel.

E' responsabile dell'immagine e dell'allestimento interno dello storico show-room LELLI di Roma.

 

Foto di copertina di Serena Eller