Rita Landriscina


RITA LANDRISCINA ARTISTA

 

Rita Landriscina nasce a La Spezia il 16 12 1950.

Dipinge da quando è bambina in quanto figlia d’arte. Difatti sia la nonna che la mamma sono artiste affermate.

Approda ben presto a sperimentazioni che non ha più abbandonato e che oggi sono il sottofondo della sua vita artistica.

Cosi sono arrivate anche esperienze con incisioni su lastra d’ottone in cui era possibile infondere una nuova energia.

Il “colore" sostiene Rita Landriscina e uno dei modi per esprimere sentimenti ed emozioni.
Rita Landriscina alterna la Sua attività artistica tra Pietrasanta, La Spezia, Portovenere,  Roma e Cannes dove vinse il Primo premio internazionale di Arte.

 

Emozioni di Versi di Luce

La mostra personale di Rita Landriscina allestita nei suggestivi ambienti romani della Domus Talenti è davvero notevole ci induce ad alcune riflessioni.

E’ infatti il gioco intenso delle emozioni il tratto più forte ed originale dell’artista.
Sentire nel silenzio di luce della citta il magico
Emporio di colori del mare dei sprazzi di Luguria azzurre riviere solcate da onde strida di gabbiani.

Provoca in chi guarda con occhio attento una Autentica sinestesia nell’anima.

E improvviso in questo crogiolo sensoriale lo stupore prodotto anche da una tecnica originale.

Di incisioni su lastra usando materiali diversi

Umili e preziosi sempre arricchita da un raffinato uso del colore  dote che viene all’artista da segreti labirinti familiari questo ondoso panorama e mosso
anche da versi di poeti contemporanei che vedono
in parabole la luce di cui l’artista e pervasa sul piano cromatico.

Si individua cosi volando con lo sguardo il personale cartigramma dell’anima di Rita Landriscina.
Sono i fatti notevoli alcuni pezzi non di paesaggio esterno bensì interno.
Non terre sonore di colori ma quartetti di silenzio acceso di fiori di un anima che musicalmente  soffre e crea li stornelli della propria rinascita poetica con tocco d’ artista.
In questo modo credo  si capiscano meglio i riferimenti all’oriente al tema meditativo di queste opere magiche porte di emozioni che alla nebbia dell’occhio esule nella città trasmettono un inquieta te pace dei se di che anelano a dire umili sguardi generosi la fragile forza dell’infinito interiore In  esso si  cela tra le palpebre il sale ed il sole
Della memoria il cristalli di luce della pittura che fa riscoprire il poeta pitagore il pianissimi di Sbarbaro lo squillo di solitaria pensosa di Montale poeti Liguri per eccellenza.

Paolo Carlucci


Hanno patlato di me:
Prof. Giorgio Palumbi critico d arte

Prof  Paolo  Carlucci

Prof  Giuliana Lucchini Bonomi

Assessorato alla cultura di Sarzana
Del centro culturale Luni Arte.

Comune della Spezia assessorato alle Pari opportunità

Assessorato municipale Cannes
Premio  Internazionale Italia Francia

Festival internazionale dell’arte.
Galleria d’arte di palazzo d’Oria Geniva

Ho esposto  a S Margherita Ligure Roma
Parigi Cannes Portovenere Viareggio 
Premi e riconoscimenti in Italia e all’Estero.

Partevipato al programna BNL per telethon
In via Bissolati a Rona x due anni consecutivi
Esponendo le mie opere  "la forza narrante del colore"


RAW2016 events have not yet been inserted in the new database, you can view them on RAW 2016