INTROGRAFIE Visioni Incontro Luce

Esposizione di scultura e pittura nel rione Monti

Il Sopra delle Nuvole (Radiografia di un sogno) di F. Petrone

La mostra si compone di due interventi che dialogano con esiti differenti su un tema comune: la visione interna del corpo nell'atto del compiere un gesto o provare un'emozione. IL SOPRA DELLE NUVOLE (Radiografia di un Sogno) dell'artista Francesco Petrone è la visione ai raggi X di uomini che osservano il cielo nella sua sintesi estrema, mentre il trittico REFERTO CINICO del collettivo O/tré/  indaga il rapporto tra contenuto e contenente. In questo caso il passaggio di stato della materia da solido a liquido prende forma travalicando i limiti del contenitore.

Il gruppo scultoreo dell'artista Francesco Petrone (Foggia, 1978) è in cemento e ferro spinato. La scelta del cemento come mezzo di espressione ricade nella volontà di infondere poesia e nobilitare quest'ultimo, simbolo dell'abuso sulla natura. L'opera è stata concepita in occasione della permanenza nell'atelier del Macro Asilo di Roma, ed è l'espressione di una sintesi materica che contempla e contiene l'immateriale. Uomini retti da una struttura ossea, la cui presenza fisica è unicamente testimoniata dalla colonna vertebrale di ognuno, catturati, come in una foto che li scruta dall'interno, in un infinito attimo di sospensione tra materia e spirito. La luce, a manifestare sul fondo, l'ombra di un passaggio tra presenza e assenza .

O/tré/, collettivo agli esordi, un trittico che partendo dallo stesso assunto, scatta l'istantanea a corpi scarnati contenenti organi vitali (cervello, fegato, polmoni) in procinto di liquefarsi. La materia cola tra gli spazi vuoti di una costola e l'altra,  tra gli interstizi di una scatola cranica dischiusa, in un processo di inarrestabile smaterializzazione. L'irreversibilità del processo pone l'osservatore nella condizione di impotenza e ineluttabilità della vita.



Organizzato da
dMake